Ominide 70 punti

Michelangelo, 1475 a Caprese, muore nel 1564 - è fiorentino. Il padre appartiene a una famiglia fiorentina di piccola nobiltà. E' l'artista più famoso dei suoi tempi. Fonte di notizie: vita scritta da Vasari (scrive una biografia) -> Michelangelo a 13 anni viene messo nella bottega di Ghirlandaio, la più importante insieme a quella di Verrocchio (tra l'88 e il 90). Il contratto diceva che può essere già impegnato in piccoli lavori, quindi quando entra nella bottega ha già una sua preparazione artistica.
Nel 1555 viene pubblicato un testo da Ascanio Condivi -> vita di Michelangelo, che è il frutto di conversazioni avute con lui a Roma. In questo non c'è traccia del periodo trascorso nella bottega di Ghirlandaio -> Michelangelo tace per due motivi: 1) Michelangelo da sempre manifesta la sua preferenza per essere rappresentato come scultore 2) lui ama dare l'immagine di auto-didatta.
Nel 1568 Vasari pubblica la II edizione delle vite -> pubblica in maniera esplicita il contratto stipulato tra il padre di Michelangelo e Ghirlandaio.

Non identifichiamo un maestro diretto per l'arte della scultura -> può definirsi auto-didatta -> prende spunto dall'antichità (es. Pisano, Donatello).
Intorno al 1490 frequenta le lezioni nel giardino di S.Marco da Bertoldo di Giovanni (allievo e collaboratore di Michelangelo).
Le prime sculture risalgono al 1490-92 -> sculture che si ispirano a Donatello -> modello privilegiato.
La pietà vaticana S. Pietro (1497-99)
I opera eseguita a Roma -> è l'inizio di un rapporto importantissimo con Roma.
Nasce per il monumento funebre di un cardinale francese.
Il tema della pietà -> madre che piange il figlio morto -> momento privato e di dolore. E' un tema più diffuso nell'Europa settentrionale, molto meno in Italia. L'opera viene posta in un ambiente vicino alla basilica di S.Pietro; è una delle pochissime presenti sia nella vecchia che nella nuova basilica.
E' un'opera clamorosamente importante -> è l'unica opera firmata da Michelangelo -> firma sulla bretella diagonale della veste di Maria -> egli è estremamente orgoglioso per aver lavorato per la basilica di S. Pietro -> lo manifesta in maniera esplicita.
Michelangelo ha un rapporto stretto con il marmo da scolpire, lavorato solo da lui -> attraverso una serie di passaggi arriva alla scultura finale -> vuole una superficie perfettamente liscia e sceglie lui personalmente il pezzo di marmo da utilizzare.
Contraddittorietà tra il volto di Maria giovane e Gesù morto. Maria dovrebbe avere 50 anni ma non li rappresenta. Per questo esistono due spiegazioni: -vuole alludere alla purezza di Maria -ciò che Maria vede che accadrà (visione) -> l'una non esclude l'altra -> potrebbero essere entrambe vere.
Il lavoro viene condotto tutto da lui. Michelangelo vuole dare la piena tridimensionalità, dona ad ogni singola parte una corporeità (es. la figura di Cristo è sostenuta dal panneggio della veste).

La pittura di Michelangelo e Leonardo è molto differente - sono opposte nonostante la provenienza comune. Leonardo ha una pittura morbida, chiaro-scurata, dettagliata, colori scuri -> Michelangelo esattamente l'opposto -> dettagli appena accennati, colori sgargianti e contrastanti fra loro, fortissimo chiaro-scuro, volumetria delle figure, paesaggio generico.

Tondo Doni

Il dipinto viene eseguito per le nozze di Angelo Doni e Maddalena Strozzi; sono due famiglie ricche e potenti per quell'epoca; è realizzato come dono di nozze che raffigura l'esempio della Sacra famiglia.
Il dipinto è diviso in due dal gradino che separa nettamente l'Umanità dopo l'avvenuta di Cristo e l'Umanità prima -> divide zona inferiore (anteriore se fosse tridimensionale) dalla superiore (posteriore).
C'è una netta differenza di struttura prospettica. Il piano dove poggiano le 3 figure della Sacra famiglia è più inclinato; le 3 figure tendono a scivolare ed uscire dal dipinto -> + comunicazione con l'osservatore -> comunicazione visiva. La posizione su cui doveva essere posto non doveva far notare quest'inclinazione.
I ritratti sono eseguiti da Raffaello.
Maria è in primo piano seduta, compie un movimento caratteristico per la pittura di Michelangelo: gambe a dx e rotazione delle braccia a sx (ritmo serpentinato). Maria si gira per prendere il bambino portandolo in avanti -> significato: gesto di offerta per noi, offrirà la vita per noi. La figura di Giuseppe è in ombra come nel Vangelo -> è in terzo piano. Dietro c'è la figura di Giovanni. Sullo sfondo un paesaggio generico con figure di nudi maschili che hanno un preciso significato -> 3 momenti precisi.

David esecuzione 1501-04

La Repubblica fiorentina incarica Michelangelo per l'esecuzione del David, uno degli emblemi di Firenze. Rappresenta il giovane pastorello che, grazie alla sua intelligenza, ha la meglio sul suo nemico. L'opera viene eseguita -> problema per dove porla: venne istituita una commissione per deciderlo (in cui c'erano Leonardo e Botticelli). 2 idee fondamentali: -luogo riparato per proteggerlo dalle interperie (idea preferita da Leonardo) -di fronte a Palazzo Vecchio (Michelangelo la preferisce) -> viene scelta questa soluzione, ma oggi c'è una copia perché l'originale è protetto nella Galleria dell'Accademia.
E' una statua fondamentale e profondamente innovativa -> Davide viene solitamente rappresentato dopo aver compiuto il gesto eroico, Michelangelo sceglie il momento precedente; viene inoltre rappresentato nudo per la prima volta e adulto. David guarda senza paura con lo sguardo severo il suo avversario; attraverso l'intelligenza supera le difficoltà.
David, da eroe biblico e figura amata di Firenze, diventa un valore universalistico -> rappresenta l'uomo. L'intelletto ha bisogno di strumenti.
Ci sono piccole sproporzioni tra testa e mani -> sottolinea le due parti fondamentali del corpo -> la testa è ingrandita per entrare in proporzione con il resto del corpo -> la testa senza mani non può realizzare ciò che vuole. David è nudo perché è indifeso -> uomo indifeso di fronte alle avversità. Nudità è sinonimo di classicità.
Il momento di riferimento è Dorifero di Policleto, quindi troviamo il Chiomo.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove