blakman di blakman
VIP 9176 punti
Questo appunto contiene un allegato
Pontormo - Deposizione scaricato 21 volte

La Deposizione della cappella Capponi

Il banchiere fiorentino Capponi fece decorare a Pontormo la propria cappella annessa alla chiesa di santa Felicita. Il pittore realizzò la grande pala d'altare - sotto la quale sarebbe stata poi posta la tomba del committente - comunemente nota come Deposizione, ma in realtà raffigurante il trasporto del corpo di Cristo nel sepolcro. Molte sono i modelli di questa pala: dalla Pala Baglioni di Raffaello alla Cappella Sistina di Michelangelo. Ma le somiglianze si fermano a questo punto: la pala è del tutto innovativa e anticlassica per composizione, colori, volumi e atteggiamenti delle figure, e appare come un'astratta visione luminosa all'interno della penombra della cappella. Lo scenario viene meno e la piccola nuvola in alto a sinistra non basta a dare realtà a un cielo che sembra una lastra di metallo. Il pittore si concentra sulle figure umane, stipate entro i limiti della pala senza essere scalate con chiarezza nello spazio, benchè il corpo di Cristo portato in avanti verso lo spettatore e quello della Vergine che sviene all'indietro creano un forte moto divergente. I colori insoliti e chiarissimi sono calibrati in modo da creare simmetrie fra i rosa, i rossi e gli azzurri, ma non sono sfumati per conferire volume alle figure, che appaiono invece come ritagliate. Le bocche piccole e socchiuse e gli occhi rotondi conformano i volti a un'unica espressione di stupito dolore, mentre dalle ricercate pose precarie dei personaggi, che sembrano avvitarsi su se stessi, scaturisce un generale movimento rotatorio.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email