Ominide 667 punti

Storie della Vera Croce


Conservate nella chiesa di San Francesco ad Arezzo: nel 1447 la famiglia Bacci aveva affidato la decorazione della cappella a un pittore minore, che muore. Poi la decorazione viene affidata a Piero, che però non si sa quanto tenga conto di questo. Racconto che troviamo nel testo “La legenda aurea”: uno dei testi religiosi più diffusi fra la fine del Medioevo e l’inizio dell’eta moderna.
Testo del XIII secolo scritto in latino di Jacopo, diffuso con copie manoscritte. Questo testo si occupa della storia del legno con cui è stata costruita la croce di Cristo: la vera croce è nato da un seme trovato nella bocca di Adamo. Sotto le crocifissioni, infatti, è raffigurato il teschio di Adamo.
Questa leggenda è stata valida fino al Concilio di Trento, poi sparisce perché infondata. Piero si è attenuto al testo della Legenda aurea, perché questo era il desiderio dei committenti. Sulle tre pareti della cappella dispone le varie scene: scene che sono molto fedeli al testo, però Piero si concede qualche libertà, inserendo delle scene che non hanno a che fare con il testo.
Figura a: momento in cui Adamo morente chiede al figlio Seth l’olio della misericordia, e Seth, dopo essersi recato alle porte del paradiso, ottiene i semi dell’albero del peccato. I semi vengono custoditi sotto la lingua di Adamo.
Figura b: legno che giace sotto ad un ponte. La regina di Saba, in visita a Salomone, capisce che è un legno sacro e si inginocchia di fronte ad esso.
Figura c: Salomone fa sotterrare il regno, perché lo ritiene fonte di calamità per il popolo ebraico.
Figura d ed e: non centrano con la Legenda aurea. Madonna e sogni di Costantino prima della battaglia di Ponte Milvio
Figura f: battaglia di Ponte Milvio.
Figura g: tortura degli ebrei.
Figura h: le croci sul Golgota vengono trovate, ma solo una è sacra.
Figura i: battaglia fra Cosroè ed Eraclio, legata al fatto che Cosroè, sovrano infedele, aveva nascosto la croce di cristo. Eraclio vince e la porta a Gerusalemme, dove viene conservata.
Tutte queste scene sono rigorosamente attualizzate. Le figure raffigurate potrebbero essere personaggi che Piero della Francesca aveva conosciuto.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email