"Bonaparte valica le Alpi al passo del Gran San Bernardo"

Il quadro fu commissionato da Carlo IV re di Spagna. Il cavallo e Napoleone sono in primo piano. Sullo sfondo, i soldati e i cannoni.
Napoleone indica un punto a sinistra: o la meta o il futuro.
Si nota la calma ostentata del generale in contrapposizione al cavallo agitato.
Sulle rocce sono incisi i nomi di Annibale, Carlo Magno e Bonaparte.

“Giuramento degli Orazi”

Fu commissionato dal re di Francia e presentato al Salòn. In questo quadro si vede la volontà di David di isolare ogni personaggio e renderlo autonomo , pur all’interno di una narrazione complessa (come fece Raffaello).
Il soggetto sono i tre Orazi che giurano “O Roma o morte” prima di combattere contro i Curiazi, ad Albalonga, per risolvere una contesa. Si salverà solo uno degli Orazi. Dal punto di vista simbolico, rappresenta le virtù civiche romane. Ideale etico: sono tutti eroi. Mostra l’attimo precedente al combattimento (come vuole il neoclassicismo).

L’ambiente è l’atrio di una casa romana, con il drappo che ricorda uno scenario teatrale. Nello sfondo si vedono tre colonne doriche sormontati da tre archi a tutto sesto. La prospettiva è data dalle linee del pavimento e hanno il punto di fuga sulle mani del padre.
I personaggi sono distinti in due gruppi: i fratelli e le madri, mentre il padre è isolato al centro. Nei fratelli si nota la simmetria e sono dipinti con una linea retta e decisa; le madri con una più sinuosa. Notare la madre vestita di nero come presagio di lutto.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email