blakman di blakman
VIP 9176 punti

Alberti-Tempio Malatestiano


Nel 1450 Malatesta, signore di Rimini, commissionò ad Alberti la ristrutturazione della chiesa gotica di San Francesco al fine di farne il proprio mausoleo: perciò prese il nome di Tempio Malatestiano. La chiesa precedente venne mantenuta intatta ma fu rivestita all'antica: la facciata si ispira all'arco trionfale di Augusto nella stessa Rimini; i fornici sono separati da colonne corinzie scalanate su cui poggia una trabeazione classica; l'alto zoccolo e il timpano riprendono quelli di un tempio; le profonde arcate dei fianchi citano gli acquedotti. Gli archi sono sostenuti da pilastri e non da colonne, mentre su queste ultime poggia un architrave: è una concezione opposta a quella di Brunelleschi, le cui architetture slanciate e dinamiche conservano ancora qualcosa di gotico. Il ritrovamento di una medaglia commemorativa di Malatesta testimonia che il coronamento della facciata prevedeva un timpano a profilo curvilineo; sulla navata si sarebbe poi dovuta innestare una grande cupola emisferica simile a quella del Pantheon a Roma.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email