Ominide 87 punti

Postimpressionismo


Si sviluppa il principio impressionista con diverse modalità adottate da: Seurat, Cezanne, Van Gogh e Gauguin.
Nasce a cavallo tra ‘800 e ‘900 in Francia.
1. Sviluppo di razionale – Seurat e Cezanne
2. Sviluppo più espressionista – Van Gogh
3. Sviluppo più simbolista/spiritualista – Gauguin

Seurat

Parigi 1851-91
Sviluppo razionale – postimpressionismo scientifico
Sperimenta il puntinismo cioè la macchia di colore a puntino.
Quando dipinge ha in testa regole e nozioni, non è spontaneo (ogni passaggio è ragionato).
Anche Van Gogh e i futuristi proveranno a lavorare con la tecnica a puntini.
Applica nel suoi dipinti le teorie scientifiche del colore:
1. Studio di Chevrel – contrasto che creano i colori complementari (più luminosi insieme) e le interferenze cromatiche (cerchio cromatico).
2. Studio di Rood – ricomposizione retinica (l’occhio tende a sovrapporre il colore)
3. Studio di Henry – effetti psicologici di linee e colori

Una domenica pomeriggio all’isola della gran Jatte

1884-1886 207x308
Seurat presenta il dipinto all’ottava mostra impressionista nel 1886 dove Monet vedendola capisce che il movimento sta cambiando e ritira le sue opere.
Grandi dimensioni e con tanti personaggi.
Impressionista – per il tema e la macchia di colore
Monet lo definisce neoimpressionismo
Diverso dall’impressionismo – per la lunga esecuzione, gli studi del vero e in atelier, il grande formato e la composizione ordinata.
Sono presenti elementi ironici come la scimmia e la canna da pesca.
Inserisce la sezione aurea che è un rapporto di proporzione raffinato e armonico grazie alla sua formazione accademica.
Applica le teorie scientifiche creando una vibrazione luminosa altissima.
L’opera è completata da una bordura (dipinta) che cambia colore, creando sempre contrasto.

Il circo

Olio su tela 185x150 Museo d’Orsay
Ha ancora caratteri impressionisti per la macchia di colore e il taglio fotografico.
Molto originale (clown che sposta la tenda)
Gli acrobati sono più animati che il pubblico che è più composto.
Applica gli studi di Henry sulla teoria dei colori, infatti in primo piano ci sono colori caldi, più curve e dettagli che vanno verso l’alto, invece il secondo piano vediamo colori freddi e linee orizzontali.
Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email