Ominide 760 punti

Pierre Auguste Renoir (Limonges 1841)

Renoir ha un temperamento molto più tranquillo rispetto a Monet, pittura inizialmente solo come attività secondaria.
Pittura di stampo romantico: colori pastello e tenui, dolcezza.
Grandissimo ritrattista, anche di personalità anonime→cantore della femminilità sia nel periodo impressionista (dopo un viaggio in Italia nel quale conoscerà la pittura rinascimentale come quella di Raffaello) sia successivamente.
Inizialmente paesaggista, non paesaggio campestre, ma urbano, rappresentazione dei centri di incontro della società←attenzione per l’uomo
Utilizzo di colore sfumato estremamente morbido e tenue (non come Monet, che utilizza molti contrasti) - rottura con l’Impressionismo: pittura aerea e vibratile non più sufficiente - visione dei capolavori italiani rinascimentali in Italia - dominio della forma, linea di contorno sottile ma presente, talvolta nera: ciclo delle bagnanti come la postura e la posizione può modificare la rappresentazione e l’intera scena (a differenza di Monet)(tema classico, poi ripreso anche da Cezanne, da Seurat, da Picasso) - donne piene morbide ed abbondanti nelle forme.

Atteggiamento sempre positivo e ottimista nei confronti dell’uomo e della realtà (espressionismo francese) manifesto attraverso linee morbide (espressione di un popolo che guarda al futuro con ottimismo).
Opere:
- La Grenouillère
- Bal au Moulin de la Galette [1876]
- luogo di ritrovo, nel quale andava a ballare il piccolo proletariato dell’epoca a Montmartre
- opera che ha richiesto molto tempo a Renoir (affittò una stanza da cui poter osservare i riflessi di luce)
- grande attenzione per i personaggi, che sono perfettamente delineati e riconoscibili (amici posarono per lui)
- realizzato in parte all’aria aperta, ma terminato in atelier
- ombre e luci investono le figure prive di linee di contorno
- toni chiari per gli abiti delle ragazze e scuri per quelli degli uomini che si alternano
- mosaico di persone, coppie, colori.
- luce intride ogni cosa: vesti, visi, pista da ballo
- no ombre nere, sempre colore [bianco e nero sono NON-colori e la Natura non conosce bianco e nero]→aspetto scintillante e luminoso
- esposto alla terza mostra degli impressionisti (’77) - ultima a cui partecipa Renoir

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze