Biografia

Secondo alcuni è il nonno dell'impressionismo (non è ancora impressionista, ma le opere hanno reso possibile il movimento). Proviene da buona famiglia: il padre è magistrato (funzioni amministrative dello stato) e a questa carriera vorrebbe anche il figlio, tanto che vuole fargli studiare legge. Manet vuole passare il tempo all'aria aperta, ma il padre cerca di farlo diventare un ufficiale della marina. A 16 anni Manet viene mandato a bordo di un vapore diretto verso l'America del sud. Gli equipaggi delle navi erano composte da ladri, assassini e galeotti.. gente che aveva problemi a lavorare. In questa cattiva compagnia si trova a suo agio, ma al padre arrivano tutte le azioni che svolgeva il figlio lì. Per evitare che diventi un delinquente lo fa tornare quindi in Francia. Decide di fare il pittore. Thomas Couture insegna a Manet: lo stile e le tecniche però non lo soddisfano. Manet è costretto a studiare l'arte rinascimentale. Studia in seguito i pittori italiani al Louvre.

La colazione sull'erba

L'opera risale al 1863 e rappresenta il dipinto con il quale diventa famosissimo e criticatissimo. Manet sognava di esporlo al Salon (poteva esporlo solo a chi la commissione lo concedeva) del 1863, ma venne rifiutato in quanto giudicato volgare e rozzo. Lo stesso anno Courbet realizzò un contro Salon dove tutti i rifiutati al Salon avevano la possibilità di esporre il proprio dipinto: Manet così fece. Ben prestò il "contro Salon" attirò clamore e diverrà la prima attrazione artistica di Parigi, soprattutto grazie all'opera di Manet. La gente si accalcò con curiosità e indignazione. Il pubblico la considerava scandalosa. Due studenti che hanno organizzato una colazione (pranzo all'aria aperta) accompagnati da due prostitute. Ciò che offende è la nudità e il modo in cui si volta verso lo spettatore. Manet rese il tutto più provocatorio ispirandosi a due opere del rinascimento italiano: Raffaello - Il giudizio di Paride, perduto nel 1800 e Giorgione - Concerto campestre. La tecnica venne considerata anti-accademica poiché le pennellate erano veloci. I personaggi sembrano incollati sullo sfondo.

Olympia

L'opera risale al 1863 e raffigura una prostituta che sta nel luogo dove opera. La sua serva (donna di colore) dietro le porta un mazzo di fiori (dono ricevuto). Il dipinto fa scandalo. Vi è un richiamo alla pittura classica: Venere di Tiziano del cinquecento. L'artista ripete la provocazione fatta nel dipinto che precede: Olympia è ispirata al classicismo. Il soggetto è realista, ispirato alle fanciulle di Courbet mentre la pittura è ispirata a quella accademica di stampo orientalista. La provocazione fu strumento di auto promozione. Divenne famoso perché venne criticato. Divenne sempre più un riferimento per i giovani artisti, soprattutto per gli impressionisti che lo consideravano il loro maestro.
Le figure sono piatte. I chiaro scuri sono appena accennati.

Il bar delle Folies Bergere

L'opera risale al 1881. Il nome è quello di un famosissimo locale a Parigi ancora esistente. Parigi è la città delle luce: divenne la capitale del divertimento e del buon gusto. In questi locali lavoravano persone comuni. La cameriera rappresentata ha uno sguardo segnato dalla malinconia. Il dipinto è già impressionista. L'ambientazione è urbana (scene di vita in città, scena di tutti i giorni). La tecnica impiegata nel dipinto è di stampo impressionista: in primo piano vi è la fanciulla e dietro lo specchio che riflette l'immagine della sua schiena e dell'annientatore con cui sta parlando.
Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email