Alcune opere romane

Arte Romana

1. Basilica di Massenzio: Fu edificata da Massenzio, ma ultimata da Costantino. Nelle basiliche si amministrava la giustizia e si trattavano gli affari. Solitamente erano composte da un ambiente rettangolare, diviso in tre o più spazi da due o più file di colonne con ingresso posto su uno dei lati maggiori. Al centro di uno dei lati maggiori o minori si apriva un'abside a pianta rettangolare. La copertura dell'ambiente poteva essere costituito da capriate che sostenevano il tetto. C'erano grandi finestre nelle pareti della navata centrale. All'esterno era sobria, all'interno sfarzosa con soffitti e capitelli dorati, marmi preziosi che rivestivano pavimenti e pareti, colonne di marmi rari. Internamente era divisa in tre navate.

2. La colonna di Marco Aurelio: Durante il regno dell'imperatore Commodo venne eretta una colonna simile a quella traiana. Il fusto è composto da 19 rocchi. Rispetto alla colonna traiana le bande del nastro spiraliforme si riducono di numero, le figure che compongono le scene sono più alte e meno numerose, il rilievo è più marcato e più profondo infatti ci sono forti contrasti chiaroscurali. Viene raffigurato in modo frontale Marco Aurelio che si rivolge alle truppe o che compie azioni di elevato valore simbolico. La storia non è narrata seguendo lo svolgersi degli eventi, ma in modo che gli avvenimenti più significativi si ritrovino in basso.

3. Ara pacis: (altare della pace) Venne costruito per celebrare il ritorno vittorioso di Augusto dalla Spagna e dalla Gallia. Costituita da un recinto pressoché quadrato, posto su un basso podio e avente due accessi uno solo dei quali dotato di una gradinata. Presenta un’importante bassorilievo raffigurante un corteo processionale per l’inaugurazione dell’altare


4. L’arco di Costantino: Per celebrare il decennale di regno di Costantino, il senato romano decreta la costruzione di un arco trionfale. L'arco di Costantino ha tre formici, un attico e colonne corinzie libere su alti piedistalli addossati ai pilastri. Le colonne sostengono una trabeazione, mentre di fronte all'attico sono collocate statue di prigionieri Daci. Il monumento è il più antico esempio di edificio spoglio, essendo formato da parti di costruzioni preesistenti distrutte per l'occasione. Anche la sua struttura non è completamente dell'età costantina. Infatti, l'intera porzione inferiore dell'arco risulta essere quella di un arco di trionfo dedicato ad Adriano. Il rilievo storico fu eseguito appositamente in età costantina.
Fra le sue parti più importanti troviamo l'episodio della liberalitas (liberalità) dell'imperatore. Quest'ultimo è al centro di una composizione simmetrica, seduto in trono, in posizione perfettamente frontale e immobile. Nella raffigurazione non c'è nessun naturalismo, in quanto le figure sono ritratte in maniera gerarchica: le loro dimensioni, infatti, aumentano in relazione alla loro importanza. La prospettiva è ribaltata poiché tutti i personaggi sono raffigurati alla destra e alla sinistra dell'imperatore, anche il popolo che solitamente gli erano di fronte.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità