Ominide 292 punti

L'arte micenea


Καλòς καγαθòς
Preceduta dalla cultura «cicladica», sviluppatasi tra neolitico ed età del bronzo (circa 3200-1750 a.C.) nell’arcipelago delle Cicladi si ebbe una grande civiltà anche nell’isola di Creta. A un primo periodo di straordinaria fioritura seguì un’improvvisa fine a seguito di un’invasione da parte delle popolazioni achee del continente, con le quali già dal 1600 a.C. circa la società cretese (o minoica) era venuta a contatto.
I Cretesi influenzarono profondamente i loro invasori. Dalla civiltà della grande isola egea ebbe origine quella acheo-micenea. Le due civiltà sono l’una la continuazione dell’altra. Da esse si sviluppò quella greca. I Greci stessi riconoscevano l’origine cretese della loro civiltà nel racconto di Dedalo. In questo senso anche il progressivo sostituirsi dei Greci ai Cretesi nell’egemonia sui traffici e sui commerci nel Mediterraneo orientale viene spiegato attraverso il mito greco di Teseo.
Nell’universo storico miceneo sono ambientate l’Iliade e l’Odissea, dalle quali sono state tratte molte informazioni sull’antica società pre-greca. I poemi omerici sono stati per secoli fonte di educazione per i Greci.
Nonostante le divisioni delle città-stato i Greci si sentirono sempre un unico popolo.
L’economia si basa essenzialmente su agricoltura e commerci. La maggior parte delle entrate dello Stato proviene dalle liturgie.
La religione greca è politeista e l’aspetto degli dei è antropomorfo. Tutti sono soggetti alla Tyche.
LE VARIE ETÀ
La storia greca può essere suddivisa, dal punto di vista artistico in quattro periodi:
1. Il periodo geometrico o di formazione;
2. Il periodo arcaico;
3. Il periodo classico;
4. Il periodo ellenistico.

Hai bisogno di aiuto in Epoca Classica e Pre-Classica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email