Sapiens Sapiens 15313 punti

I primi abitanti della Grecia antica


La prima civiltà sorse nell’isola di Creta circa 3000 anni a.C. e da qui sui diffusero anche nella penisola greca. Questi antichi popoli si chiamavano Pelasgi o Carii e di essi non disponiamo di molte notizie. Sappiamo che provenivano dalla penisola anatolica. Tuttavia, mentre i Pelasgi di Creta dettero luogo una civiltà molto fiorente che si irradiò in tutta l’area mediterranea (civiltà cretese o minoica) quelli del continente rimasero a lungo in uno stato semibarbaro.
Nei secoli XIV e XIII a.C., la Grecia fu invasa dagli Achei, un popolo di origine ariana, proveniente dall’Europa centrale. Arrivati nella penisola greca, essi scacciarono i Pelasgi che furono ridotti a vivere nelle zone montuose della regione. Dopo tante devastazioni, gli Achei cominciarono ad assimilare la civiltà del popolo conquistato, fondarono città e villaggi fra cui Micene che dette il nome alla civiltà micenea. In un secondo momento, gli Achei si spinsero anche nelle isole intorno alla Grecia e fino sulle coste dell’Asia Minore per arrivare a conquistare anche l’isola di Creta, ponendo cisì fine, verso il 1400 a.C., alla civiltà minoica. Gli Achei erano abili navigatori e valorosi guerrieri ed il loro nome è legato soprattutto alla conquista della città di Troia, come ci narra Omero nel suo poema l’ Iliade.
Nell’XI secolo a.C, la Grecia fu nuovamente invasa: questa volta si trattava di un popolo di stirpe simile a quella degli Achei: i Dori, che provenivano dalla Macedonia, dalla Tracia e dall’Epiro. Essi conquistarono poco a poco tutta la penisola anche se, prevalentemente, si stabilirono nel Peloponneso. Nelle altre regioni della penisola, Arrivarono, invece, gli Ioni e gli Eoli. I primi abitarono specialmente l’ Attica ed ebbero come centro più importante la città di Atene. Gli Eoli abitarono la Tessaglia e la Beozia ed il loro centro principale era Tebe. Fino al 776 a.C., anno dell’istituzione dei giochi olimpici, la civiltà greca conobbe un periodo di decadenza, tanto da essere definito Medioevo ellenico. Al termine di questo periodo, Dori, Ioni ed Eoli si erano ormai fusi ed avevano così formato un’unica stirpe, chiamata stirpe ellenica.
I Dori vivevano soprattutto di pastorizia e di caccia e questo li costringeva ad emigrare continuamente. Quando arrivarono nella penisola greca, distrussero quasi del tutto l’agricoltura e le grandi riserve di bestiame ed anche quando si stabilirono definitamente nel paese, disdegnarono di trasformarsi in agricoltori. Infatti, essi vollero mantenere una posizione di privilegio, esercitando soprattutto il potere politico ed il mestiere delle armi e lasciando ai popoli vinti le attività manuali come l’agricoltura e l’artigianato. La regione in cui la loro presenza era più radicata fu la Laconia, con Sparta, nella quale tutti i privilegi erano riservati ai guerrieri, mentre gli agricoltori, chiamati iloti, erano praticamente trattati come schiavi.
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email