Genius 13146 punti

Impero di Commodo

A Marco Aurelio succedette il figlio diciannovenne Commodo, che lo aveva seguito nella spedizione contro i Germani: in tal modo si ebbe la fine dell’epoca del principato adottivo, che aveva dato ottimi risultati, e si ritornò al sistema dinastico. Comodo peraltro era completamente diverso dal padre: tanto Marco Aurelio era stato filosofo, un uomo di alta levatura morale e un rappresentante degli ideali dell’aristocrazia, quanto il figlio accentuò tratti popolareschi e autocratici.
Egli amava, infatti, esibirsi come auriga nel circo e si fece ritrarre nelle vesti di Eracle con clava e pelle di leone: all’imperatore asceta e intellettuale successe, dunque, l’imperatore plebeo e atleta. E’ difficile, comunque, dare una valutazione precisa di questi strani atteggiamenti, ma essi erano certamente rivolti a ottenere il consenso della plebe romana che in effetti affezionò più a Comodo che al suo predecessore.

Naturalmente il comportamento del nuovo imperatore non fu altrettanto apprezzato dal Senato, che da Commodo venne completamente esautorato; anche gli ambienti militari furono delusi dall’imperatore, quando egli decise di porre fine alle guerre contro Quadi e Marcomanni patteggiando con i nemici il versamento di una consistente indennità.
Questa pace fu ritenuta ignominiosa dai militari, che si sentivano alla vigilia di una completa vittoria e alienò all’imperatore la loro simpatia. In realtà la decisione di porre fine a una dispendiosa avventura militare avrebbe potuto non essere sbagliata, ma solo a condizione che Commodo avesse in seguito provveduto a riorganizzare l’economia. Commodo, invece, non si curò di questi gravi problemi e anzi sperperò le risorse fiscali con feste e spettacoli.

Il malcontento di senatori e militari determinò varie congiure; dopo essere scampato alla prima di esse, Commodo si circondò di pretoriani a lui fedeli e iniziò una serie di feroci processi contro l’aristocrazia che sembrarono riportare all’epoca di Nerone e Domiziano. Infine, nel 192 d.C., un complotto di palazzo condusse alla morte dell’imperatore.

Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove