Tutor 47042 punti

Famiglia: cos'è, come si compone e definizione latina


Origini latine di famiglia


Il concetto di famiglia deriva dal latino famulus che in italiano significa schiavo, servo.

Il sostantivo italiano famiglia tiene in considerazione in particolar modo due concetti latini:
- quello di gens, ovvero il gruppo di famiglie che presentano lo stesso nome gentilizio che è derivante da un capostipite comune che è veramente vissuto o da un antico antenato comune, che magari non è di derivazione consanguinea, ma che è derivante da legami che si sono trasmessi di generazione in generazione;
- la familia, ovvero tutte quelle persone che sono legate tra loro per via dell’autorità di un pater familias, il quale non ha alcun legame giuridico con altri pater. Il pater familias era il cosiddetto detentore della patria potestas, potere con cui aveva il totale potere sui propri figli e sulle famiglie di questi, i quali erano sottoposti al suo totale controllo, in quanto era considerato come il capo assoluto. Aveva dunque il potere assoluto sia sui suoi discendenti maschi sia sulle donne facenti parte della familia sia su quelle adottate. Egli esercitava anche il potere totale sugli schiavi, sul patrimonio della familia.



La figura degli schiavi


Come accennato sopra, gli schiavi erano sotto il completo potere del pater familias. Questi erano privi di diritti, non potevano contrarre assolutamente matrimonio e seppure avevano figli, questi ultimi erano di proprietà del pater familias, i quali poteva anche decidere di venderli. Esistevano sia gli schiavi facenti parte della cosiddetta familia urbana, che dovevano occuparsi dei lavori di casa, di trasportare il capostipite nella sua lettiga, ecc… sia i cosiddetti schiavi facenti parte della familia rustica, i quali lavoravano in campagna.

L’evoluzione della familia successivamente


Con il passare dei secoli la tradizionale familia latina iniziò ad evolversi, considerando che il diritto gentilizio iniziò ad entrare in disuso e il pater familias iniziò ad essere una figura meno importante rispetto al passato, infatti, il suo potere iniziò a crollare. Varranno - nell’ambito della familia latina - successivamente sia l’agnatio che viene considerata come un tipo di parentela legato alla discendenza di linea maschile sia la cognatio, ovvero la parentela derivante dalla discendenza femminile. Un potere che però rimaneva importante nell’ambito della familia romana e che era esercitato dal pater familias era quello di esporre i neonati nelle discariche, dove questi spesso morivano di freddo e fame; questa pratica veniva portata avanti nei confronti dei figli illegittimi e delle figlie femmine.

L’educazione dei figli


In età repubblicana nell’antica Roma i figli venivano educati dai pater familias. Questi ultimi gli insegnavano a leggere, scrivere, nuotare e combattere. Con il passare dei secoli, in età imperiale invece i figli ricevevano un’educazione un po’ meno rigida; le madri appartenenti a famiglie ricche affidavano, infatti, l’educazione dei loro figli a dei pedagoghi molto conosciuti, mentre quelle povere mandavano i loro figli nelle tante scuole private presenti nella Roma antica.

Vedi anche:

Antica Roma - Organizzazione della società
Antica Roma
Civiltà dell'Antica Roma
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email