Sapiens Sapiens 11296 punti

Antica Roma: organizzazione della società


Come tutte le società antiche, anche quella romana si fondava sull’ineguaglianza che nel periodo monarchico era determinata dalla nascita e dalla religione.
• La categoria degli uomini liberi comprendeva due sotto-categorie: i privilegiati (= i patrizi) e i non privilegiati (= i clienti, i plebei, i liberti)
• La categoria degli uomini non liberi comprendeva gli schiavi.

Il patriziato (uomini liberi e privilegiati)

Il patriziato era composto da 100 famiglie (numero che col tempo aumenterà notevolmente). Ognuna di essa sosteneva di discendere da un antenato (= pater), più o meno assimilato ad una divinità. Tutti coloro che si riconoscano discendere dallo stesso pater, costituivano la gens; portavano lo stesso nome gentilizio e celebravano lo stesso culto, chiamato sacra gentilicia. La gens era divisa in rami (= familiae) di cui ciascuna riconosceva l’autorità di un pater familias¸il pater familias del ramo più anziano era il capo di tutta la gens. Era lui che ripartiva fra le familias la proprietà posseduta dalla gens, una proprietà indivisa su cui veniva allevato un importante gregge, anch’esso probabilmente proprietà indivisa. La gens si comportava come si trattasse di un piccolo stato autonomo ed aveva i suoi diritti. Più gentes, raggruppate in tre tribu, formavano il populus, (= l’insieme dei cittadini riuniti legalmente. Il termine populus si opponeva a multitudo, una massa di cittadini senza alcuna coerenza) dotato di diritti politici.

I clienti (uomini liberi e non privilegiati)

Alle gentes erano collegati i clienti. I clienti, parassiti dediti all’ozio, legati giuridicamente ai patrizi, erano probabilmente degli stranieri che per interesse accettavano una simile situazione. Associati al culto gentilizio e con il nome gentilizio, essi dipendevano da un membro della gens, chiamato patronus, a cui essi erano legati da legame di jus patronatis: Catone, a questo proposito scrive che il titolo di patrono veniva immediatamente dopo quello di padre. Verso di lui esse provavano rispetto, gli erano devoti ed in cambio il patrono le proteggeva: Catone scrive che nell’ambiente familiare, i clientes passano prima dei genitori e dei figli. Se necessario il patrono li difendeva di fronte ad un tribunale e poteva concedere loro delle terre. Nel corso della storia essi ottennero presto dei diritti e aiutavano il proprio patrono dagli assalti della plebe.

La plebe (uomini liberi e non privilegiati)

La plebe era costituita da persone di origine latina, forse vinte in guerra, installate sulle terre di Roma da essi coltivati. Non avendo accesso né all’assemblea popolare, né al collegio sacerdotale, essi erano semplici spettatori della vita pubblica. Dal punto di vista sociale, almeno nei tempi primitivi, la plebe non aveva alcun diritto: non avevano nessuna organizzazione familiare, ne culti di famiglia. Non avevano nemmeno una famiglia legale, dato che non esiste alcun atto ufficiale di contratto di matrimonio fra plebei
Gli schiavi (uomini non liberi e, ovviamente, non privilegiati)
Le loro origini erano diverse: nascita (lo schiavo per nascita veniva chiamato verna, una parola etrusca), guerra (prigionieri venduti dai vincitori, quindi diventati schiavi per jure gentium), giustizia (i cittadini decaduti e colpiti dal capitis deminutio maxima, un atto con cui la persona caduta in disgrazia perdeva ogni diritto). Nella storia romana, gli schiavi sono stati sempre presenti, anche se trattati in modo diverso a seconda dei padroni da cui dipendevano, Spesso era data loro la possibilità di risparmiare qualcosa (= peculium) con lo scopo di riscattarsi e di ottenere, così, la manumissio (= affrancamento).

I liberti (uomini liberi e non privilegiati)

Il liberto, cioè colui che era stato affrancato prendeva il praenomen ed il nomen del suo padrone e conservava come cognomen il suo nome di schiavo. Da notare che la legge non riconosceva il matrimonio di un liberto. Pertanto egli viveva in concubinato pour lavorando sempre per proprio conto. Solo il figlio poteva raggiungere la condizione di uomo veramente libero
Hai bisogno di aiuto in Storia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Roma antica - Fine della repubblica