Sapiens Sapiens 15311 punti

Cause remote dell’ Illuminismo


L’ Illuminismo (in francese Siècle des Lumières) trova il massimo sviluppo nel XVIII secolo con i filosofi francesi Montesquieu, Voltaire, Diderot, Rousseau. Tuttavia il preludio alle nuove idee si ritrovano già chiaramente nel XVII secolo nell’ordine economico-sociale, nell’ordine intellettuale, nell’ordine del pensiero giuridico e politico e nell’ordine morale e religioso e cioè:
1) nei paesi a sviluppo economico più avanzato, il ceto borghese acquista sempre più importanza creando delle solide strutture capitalistiche
2) nascita della scienza moderna basata sul metodo sperimentale invece che sul principio di autorità e conseguente nascita, da Descartes in poi, della filosofia razionalistica che intende spiegare il cosmo con le sole forze della ragione umana
3) formazione della scuola del diritto naturale che individua i diritti innati in ciascun uomo, fra cui, di primaria importanza la libertà personale e il diritto alla proprietà. A questo si aggiunge la teoria del contratto sociale: lo Stato è visto come espressione della libera volontà dei cittadini invece che del diritto divino della monarchia.
4) forti dubbi ed inquietudini nei confronti delle strutture tradizionali della Chiesa e conseguenti tentativi di riscoprire il carattere dell’originaria fede cristiana, come fanno il Giansenismo ed alcune sette protestanti. Questa atmosfera porta alla creazione di una religione naturale o deismo, comune a tutti gli uomini.
5) nascita di un sentimento umanitario generalizzato il cui scopo è di limitare gli orrori della guerra, la barbarie dei sistemi giudiziari in atto e la schiavitù.
Tutti questi fenomeni maturano nel XVII secolo soprattutto nei paesi come l’ Inghilterra e l’ Olanda e gettano le basi dell’ Illuminismo. Infatti l’Illuminismo, in ambito filosofico, prosegue le tendenze razionalistiche ed empiristiche nate e maturate nel secolo precedente; negli altri ordini (politico, economico, sociale, religioso) intende distruggere tutto ciò che esiste di caotico, di vessatorio e di illogico per creare una società razionale, fondata sui diritti umani. L’Illuminismo ritiene inoltre che si può arrivare ad un mondo più felice a condizione che si seguano gli insegnamenti della ragione (che tutto illumina) e della natura. Esso rappresenta, in sintesi, un punto di incontro fra l’empirismo inglese, delle esperienze costituzionali e politiche inglesi con il razionalismo francese.
Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario 700?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email