Ominide 477 punti

Il Giorno di Giuseppe Parini


Periodizzazione


Contesto storico


Sistema politico: periodo assolutista, secolo di rivoluzioni (industriale, francese, americana)
Sistema economico: sistema borghese
Classi sociali dominanti: classe aristocratica e clero

Contesto culturale


Produzione: Giuseppe Parini
Fruizione: per tutti
Circolazione: scritta
Funzione della letteratura: denunciare il vuoto della vita aristocratica
Valori/concezioni: valore del lavoro e della produzione

Opera argomentativa


Piano dei contenuti


Struttura: Componimento suddiviso in 4 parti: Mattino, Meriggio, Vespro e Notte (che non venne mai pubblicato)
Personaggi/ambientazione: I personaggi fanno tutti parte della classe aristocratica. Il protagonista è il precettore, che descrive il giorno tipico del giovin signore e le sue interazioni con diversi membri della nobiltà e le contrapposizioni con le classi inferiori.
Le ambientazioni variano dalla casa del giovin signore, alla sua carrozza, alle dimore di altri aristocratici. Pur essendo diverse, le ambientazioni mantengono tutte lo stesso filone di nobiltà, per differenziare il signore dal popolo
Dedica: non c’è una dedica.
Tema: Il tema è la denuncia del vuoto e della vacuità della vita dei membri dell’aristocrazia tramite la descrizione della tipica giornata di un signore qualsiasi senza identità.
Tesi: La futilità è sottolineata dalla pesante ironia, accentuata dall’effetto anti-frastico che utilizza Parini (ovvero far finta di sostenere qualcosa, quando in realtà si pensa il contrario)
Argomentazioni: Giudizio di valore = Parini elogia le classi popolari e operose, coloro che lavorano e producono, essendo contrario alla classe nobile che gode i frutti del lavoro altrui. (sottolineato dall’ironia)

Piano del discorso


Genere: Combinazione tra poema didascalico e poema satirico.
Lessico: Lessico ricco e molto elevato, presenza di perifrasi, molte figure retoriche, termini ricercati. (più lo stile è elevato, maggiore è la denuncia)
Sintassi: Sintassi complessa, ricca di figure retoriche, uso di miti eziologici, ampie digressioni e presenza di numerose sotto-narrazioni e paragoni con i miti classici.
Figure retoriche: Principalmente metafora, ironia e iperbole, che caratterizzano tutto il componimento.
Hai bisogno di aiuto in Autori e opere 700?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email