Erectus 2101 punti

La visione del mondo : Goldoni e l'Illuminismo


Goldoni e il clima culturale del suo tempo


Nonostante anche a Venezia subentra la cultura europea illuminista, Goldoni non può essere classificato come un vero e proprio illuminista. Nel periodo a Venezia si afferma nella produzione libraria e pubblicista, nascono tra il 1710 e il 1762 circa una settantina di periodici.

Motivi illuministici di Goldoni


Goldoni aderisce pienamente alla vita mondana dimostrandosi estraneo al trascendente, da qui nasce l'esaltazione per una filosofia pratica che si rapporti con i problemi quotidiani, perseguendo come fine " il bene comune". Goldoni infatti incarna pienamente i valori tipici della società borghese e mercantile, ovvero il cittadino leale, onesto e attivo, contrario alle prepotenze dei nobili. Infatti anche negli scritti traspare la speranza di una convivenza pacifica tra i vari ceti, nonostante le diverse funzioni nella società. Ciò induce Goldoni a lodare le società mercantili del nord e a dimostrarsi contrario ad ogni chiusura. Motivo per cui critica i Rusteghi , i Sior todero brontolon e i Pater familias autoritari che opprimono mogli e prole con costumi e usi soffocanti. Anche in ciò non si fa promotore di una 'rivoluzione dei costumi' , ma di un equilibrio pacifico tra esigenze individuali e familiari estendendo questa visione anche alla società, cercando un compromesso capace di far cessare i conflitti tra ceti e individui. Tanto che per questa sua visione moderata fu elogiato da Voltaire, da Petrorio e da Pietro Verni
Hai bisogno di aiuto in Autori e opere 700?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email