Scrutini primo quadrimestre: come prepararsi ai risultati e ad affrontare i genitori

Andrea Carlino
Di Andrea Carlino
Studenti e pagelle

A fine gennaio si chiude il primo quadrimestre e i consigli di classe procederanno allo scrutinio del primo quadrimestre. Si tratta di un momento già molto importante per studenti, docenti e genitori. Tante volte accade che se lo studente riceve un brutto voto preferisce non comunicarlo ai genitori; non tanto per paura della severa reazione della famiglia e di punizioni restrittive quanto per preservare un clima sereno in famiglia.
Nonostante quindi il brutto voto sia assegnato allo studente, esso può aprire una ferita affettiva profonda. Se per tanti questa non rappresenta un problema, qualcuno si sta già preparando alle funeste reazioni dei genitori quando vedranno le insufficienze.
Come affrontare, dunque, un eventuale insuccesso scolastico? Da precisare, come prima cosa, che l'eventuale brutta pagella non dovrebbe essere una sorpresa per i genitori. I figli, infatti, hanno il dovere di informare mamma e papà sulla situazione scolastica e se questo non avviene dovrebbero essere i genitori a interessarsene.

Guarda anche


Evitare di dire le bugie

Bisogna avere un dialogo franco e sincero con i genitori. Prendere delle insufficienze non è la fine del mondo, ma è inutile falsificare i voti o, peggio ancora, nascondere la pagella. Le bugie, infatti, "hanno le gambe corte" ed essere scoperti può avere conseguenze ben più gravi. Questo potrebbe portare ad un drastico crollo della fiducia dei genitori nei confronti degli studenti oltre che a punizioni.

Recuperare al secondo quadrimestre

Dimostrare subito, con i fatti, che si vuole recuperare le eventuali insufficienze. Un impegno immediato e non all'ultimo minuto (con il solito studio "matto e disperatissimo")

Ripetizioni

Se non ce la fai da solo, chiedi ai tuoi genitori di affiancarti un tutor, un docente di ripetizioni private. Andrebbe bene anche un parente o un amico, anche se deve essere competente nella materia.

Dedicare più tempo allo studio

Con la promessa di recuperare nel secondo quadrimestre c'è anche quella di rinunciare a qualcosa: attività collaterali, qualche uscita la sera con gli amici. Far capire ai genitori che sei disposta a far sacrifici pur di recuperare.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Vuoi conoscere il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai.

20 gennaio 2020 ore 15:30

Segui la diretta