Scuole migliori d'Italia: la classifica Eduscopio 2020 online dal 12 novembre

Andrea Carlino
Di Andrea Carlino
diplomati laureati istat

Che scuola scegliere dopo le medie? Un valido strumento per orientarsi nella scelta della scuola superiore è rappresentato da Eduscopio, la classifica realizzata dalla Fondazione Agnelli, con i dati aggiornati su come le scuole secondarie di II grado di tutta Italia preparano agli studi universitari o al lavoro dopo il diploma. Da 6 anni Eduscopio.i
(www.eduscopio.it) è il portale che confronta la qualità delle scuole superiori, città per città, comune per comune. Giovedì 12 novembre sarà online l'attesa classifica per il 2020.



Eduscopio, come funziona


Due i parametri presi in esame, principalmente, dalle analisi di Eduscopio: la capacità di licei e istituti tecnici di preparare e orientare gli studenti agli studi universitari el'attitudine di istituti tecnici e professionali a formare gli studenti per l'ingresso nel mondo del lavoro subito dopo il diploma per coloro che vogliono trovare un impiego senza passare dall'università. Per avere le idee chiare su qual è la scuola più vicina alle proprie aspettative e inclinazioni, lo studente non dovrà fare altro che seguire un semplice percorso sul portale, specificando se è orientato a una scelta che porti all’università o piuttosto al lavoro dopo il diploma; quale indirizzo di studio (liceo scientifico, istituto tecnico economico ecc.) è orientato a scegliere; in quale comune italiano risiede. In pochi click si avrà la possibilità di confrontare gli esiti delle scuole che si trovano nella zona e offrono quell’indirizzo di studi.

Eduscopio, le migliori scuole del 2019


Da Roma a Milano, passando per Bologna, Firenze, Torino, Genova, Napoli, Palermo, Bari: il sito consente di comparare le scuole dell'indirizzo desiderato, circoscrivendo la ricerca all'area di residenza. Cosa era accaduto nel 2019? A Milano, tra i classici si è confermato primo l’Alexis Carrel della Fondazione Grossman, al secondo posto è tornato lo statale Berchet che nel 2018 era terzo. In totale, tra i primi dieci troviamo ben quattro licei paritari. Per quanto riguarda i licei scientifici: i primi due posti vanno di nuovo ad Alessandro Volta e Leonardo Vinci e la prima paritaria (Sacro Cuore) la troviamo al terzo posto. A Torino, invece, il primo liceo classico è stato il Cavour nei primi otto posti compaiono tre istituti paritari. Situazione che è mutata nel centro-sud con gli istituti paritari che scompaiono o quasi dalla top-ten. A Roma ha primeggiato nuovamente il liceo statale Torquato Tasso. Un quadro simile arriva anche dagli scientifici dove l’Augusto Righi resta in testa davanti al Virgilio. A Napoli sempre primo fra i classici il Sannazaro, ma fra gli scientifici ora primeggia il Convitto Vittorio Emanuele II. A Bari, tra i classici svetta il Quinto Orazio Flacco, mentre tra gli scientifici l’Enrico Fermi.

Orientamento, come scegliere la scuola superiore


La scelta della scuola superiore è sicuramente importante. I genitori devono cercare di aiutare i propri figli senza imporre le loro scelte. Tra i consigli che si possono dare troviamo sicuramente quello di seguire le attività scolastiche e farsi consigliare anche dai docenti della scuola media. Importante sarà, dunque, capire le attitudini del proprio figlio. Fondamentale sarà anche capire quali sono le materie preferite: l'alunno avrà sviluppato sicuramente preferenze per alcune materie, come l'italiano o la matematica. Questo rappresenta un buon punto di partenza per scegliere la scuola. Ultimo, ma non meno importante è parlarsi, dunque dialogo continuo tra genitori e figli per capire desideri e potenzialità che di certo saranno emerse. Non scegliere, dunque, al posto del proprio figlio, sarebbe l'errore più grande che un genitore possa fare.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai!

3 marzo 2021 ore 15:30

Segui la diretta