10 tecniche di public speaking per migliorare i voti a scuola

Intesa Sanpaolo
In collaborazione con Intesa Sanpaolo
tecniche public speaking

Spesso e volentieri sentiamo parlare di public speaking ma, alla fine dei conti, sappiamo di che cosa si tratta e come può tornarci utile a scuola? Partiamo dal presupposto che saper parlare in pubblico permette di esprimersi meglio nel corso delle interrogazioni e ci sono alcune specifiche tecniche dell’ambito che assicurano la valorizzazione di quello che abbiamo studiato.
Dare l’impressione di una preparazione fatta nel migliore dei modi è più semplice se si utilizzano tecniche di “conquista” dei docenti in tal senso. Ottenere voti più alti sarà molto semplice se utilizzerai le tecniche giuste e questi consigli pratici durante le interrogazioni orali.

Guarda anche




Come ottenere voti migliori con il public speaking


Chiariamo subito cos’è il public speaking: si tratta di parlare davanti a un pubblico esponendo chiaramente una serie di concetti per motivare, convincere, rendere edotto chi ci ascolta. Gli obiettivi del public speaking sono: esporre quello che si vuole dire in maniera convincente e far si che chi ascolta comprenda appieno i concetti. Vediamo allora 10 tecniche prese dal public speaking e riadattate per andare meglio a scuola.


  • Mai improvvisare: la preparazione è fondamentale quindi è bene arrivare pronti sull’argomento. Studiate! Non c’è altra possibilità per fare bella figura, la base è quella sempre e in ogni caso. Per trasmettere in maniera efficace un messaggio occorre, prima di tutto, averlo compreso. Sarà poi automatico utilizzare i termini giusti per veicolarlo.

  • Non girarci attorno: mai girare attorno al concetto, piuttosto partite da quello e ampliate la risposta facendo capire che sapete quello che state dicendo. Fate finta che si tratti di una spirale: partite dal punto centrale e poi girateci attorno ampliando la conversazione.

  • Conoscere il pubblico: sapere chi è la prof, cosa le piace e cosa no, quanto ci tiene alla proprietà di linguaggio e quali sono gli errori che proprio non sopporta vi salverà la vita. Attenzione alle interrogazioni degli altri quindi.

  • Linguaggio opportuno: metà di quello che si dice lo fa la forma, il linguaggio che si utilizza. Spesso e volentieri veicolare concetti complessi con un linguaggio semplice ma adeguato all’argomento è una prova di grande abilità che i docenti apprezzano e premiano.

  • Attenzione alla comunicazione non verbale: non siamo fatti solo di parole ma anche di gesti. Conviene sempre far vedere con la postura e il tono di voce che si è sicuri e preparati. Schiena dritta, sguardo fisso negli occhi del docente, viso rilassato e parlare chiaro e forte possono davvero fare miracoli per essere valutati in maniera più positiva.

  • Anche il vestito conta: mai presentarsi il giorno dell'interrogazione in maniera trasandata. No a vestiti sgualciti o sporchi. L’abbigliamento deve essere curato e adeguato alla situazione, vedrete che molti prof ne saranno compiaciuti e partiranno già con il piede giusto ancora prima che apriate bocca.

  • Non esagerare con lo zelo: mai essere troppo entusiasti o zelanti, può non essere apprezzato. Bisogna dare un’idea di sicurezza e di preparazione senza cadere nell’arroganza o in atteggiamenti che possono dare fastidio a chi ascolta.

  • Allenarsi: provare a rispondere alle domande davanti allo specchio aiuta moltissimo!

  • Provare in compagnia: anche simulare le interrogazioni a vicenda, così come provare un discorso prima di trovarsi davanti al proprio pubblico, può davvero fare la differenza.

  • Gestire l’ansia: saper gestire le paure che emergono prima di un’interrogazione è fondamentale per dare il meglio di sé quando ci si trova a parlare davanti a qualcuno.



Impara a esprimerti al meglio con Skuola.net | Ripetizioni


Sei preparato su ogni argomento scolastico ma, al momento dell'interrogazione, l'ansia ti blocca e non trovi mai le parole giuste? Se i consigli che ti abbiamo dato non bastano, ti serve una spinta in più per ottenere finalmente i voti che meriti. Conta sull’aiuto di un esperto: per chi vuole una mano a scuola c'è Skuola.net | Ripetizioni, il primo tra i servizi online di ripetizioni e lezioni private in Italia, in termini di affidabilità e competenza: la piattaforma conta ad oggi oltre 40.000 insegnanti su tutto il territorio nazionale per oltre 600 materie – scolastiche, universitarie e professionali – per studenti di scuola elementare, media, superiore, università. Si fa tutto tramite il sito, dalla prenotazione al pagamento, mentre la lezione può essere svolta online via Skype, senza problemi in questo momento così particolare. Tra i tutor di Skuola.net|Ripetizioni ci sono insegnanti esperti in metodo di studio, che possono aiutarti a vedere quali sono i difetti o gli errori e consigliarti i trucchi più efficaci.
Su Skuola.net | Ripetizioni è possibile trovare il Tutor perfetto tramite una semplice ricerca, con il vantaggio di poter consultare tutte le informazioni necessarie, e non solo: orari e disponibilità, nonché le recensioni e le opinioni di altri studenti soddisfatti, sono facilmente reperibili sul profilo personale. Se ti serve una mano a trovare il tutor che fa per te, puoi anche di richiedere una consulenza gratuita cliccando su questo link.