Cosa fare se il tuo fidanzato vuole controllare sempre smartphone e social?

spiare smartphone

Chi di noi non ha sempre in tasca o nello zaino uno smartphone? Ormai è forse l’oggetto più usato, soprattutto dagli adolescenti come te: ogni momento è buono per dare un’occhiata alle notifiche o controllare i social. Tanto che oggi hanno un ruolo anche nel mantenere le amicizie e le relazioni.
Non sono poche, poi, addirittura le storie d’amore nate sui social! Spesso un like o un messaggino possono essere la scusa per “attaccare bottone”.
Ma proprio perché così importanti per la nostra vita quotidiana e per i rapporti tra le persone, in particolare tra i ragazzi, i social possono essere armi a doppio taglio. Può succedere, infatti, che il tuo fidanzato sia geloso e voglia controllare il tuo profilo e le tue attività sui social o sullo smartphone, chiedendo password o pretendendo di guardare il tuo telefono. Con questo articolo, ti spiegheremo come comportarti davanti a richieste del genere, nell’ambito del progetto contro la violenza sulle donne “Don’t Slap Me Now”, finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ideato e realizzato in partenariato da Skuola.net e Osservatorio Nazionale Adolescenza.

Guarda anche:
  • Il mio ragazzo non vuole che esca con i miei amici: cosa fare?
  • Vestiti e make-up "vietati" dal tuo ragazzo? Ecco perché non devi accettarlo
  • Il tuo fidanzato ti ha dato uno schiaffo? Ecco come reagire

  • Gelosia e controllo, attenzione ai segnali

    Se il tuo ragazzo ti chiede con insistenza password social o “sequestra” il tuo smartphone senza consenso per “controllarti”, non devi fare l’errore di sottovalutare il suo comportamento. Da una parte, potresti essere tentata di pensare che questa sia un’attenzione nei tuoi confronti, dall’altra, però, qualcosa dentro di te potrebbe iniziare ad avvisarti che qualcosa non va, e non a torto: si tratta infatti di un’invasione della tua intimità e una mancanza di fiducia e di rispetto. Fidati di questa sensazione, perché in una storia d’amore l’eccessiva gelosia e il controllo non sono manifestazione di affetto, ma forme nascoste di disagio che possono sfociare anche in aggressività.
    Non sentirti in colpa se non vuoi far vedere il registro delle chiamate o far leggere le chat. Rifiutarsi potrebbe voler dire andare incontro a un litigio, perché un ragazzo geloso potrebbe accusarti di avere qualcosa da nascondere. E’ però importante sapere che si tratta di un ricatto, e non cedere. Spiegagli piuttosto, una volta per tutte, che queste richieste non sono accettabili, e che per avere una relazione bella e sana è necessario che si fidi di te.



    ‘Gelosia da social’: un like è davvero un tradimento?

    Ma la “gelosia da social” ha anche altre manifestazioni. A volte un like o un commento sui social di troppo da parte di qualche amico o “ammiratore” possono dare adito a sospetti e, purtroppo, anche a scenate eccessive. Se accade questo, bisogna fermarsi a riflettere prima di tutto sulla situazione che diventa motivo di lite, e valutare se la reazione del partner sia esagerata o meno. Se si ripresentano spesso le stesse situazioni estreme per motivi che riteniamo in realtà futili e infondati, allora è opportuno iniziare a riflettere bene sulla persona che abbiamo accanto. Se poi queste liti si condiscono di insulti e di comportamenti violenti, anche online, non aspettare assolutamente che degenerino e valuta se chiedere aiuto a un adulto e interrompere subito la relazione.

    Chiediti se ne vale la pena

    Può succedere anche che tu, per reazione o per insicurezza, possa decidere di chiedere la stessa cosa a lui, dando inizio a un circolo vizioso sempre più “pericoloso” perché, anziché combatterli, stai alimentando questi atteggiamenti di possessività. Oppure, pur di scongiurare il pericolo che lui ti controlli lo smartphone o i social network, potresti accorgerti di vivere nell’ansia e di cercare sempre nuove soluzioni per difendere la tua privacy (impostare nuove password periodicamente, bloccare il telefono o non portarlo con te quando sei con lui). Anche questo è assolutamente negativo per te e la tua serenità. Pensaci: è davvero giusto essere costretti ad adottare tutte queste misure di sicurezza? L’amore non è forse lasciare liberi? E libertà non significa anche poter scegliere liberamente la persona con cui stare ogni giorno, fra centinaia di altre reali e ‘virtuali’?
    Cerca sempre di riconoscere quando la gelosia si fa eccessiva, e impara a distinguerla dall’affetto e dalle normali attenzioni tra due persone che si amano.
    E se, nel peggiore dei casi, la possessività diventa aggressiva e violenta, prendi subito le distanze e rivolgiti alle persone adulte che ti stanno vicine. Sono loro quelle che possono darti una mano a uscire dalle situazioni più difficili, in primis i tuoi genitori e la tua famiglia.