INVALSI, nuove prove formative e volontarie da fare anche a casa

Andrea Carlino
Di Andrea Carlino
materiali invalsi

Novità in arrivo per l'INVALSI. E' stata infatti presentata una nuova area formativa, sul sito ufficiale, dedicata ai docenti per la somministrazione di prove formative diagnostiche per gli studenti e per gli stessi insegnanti. Queste prove possono essere somministrate, a titolo volontario, per individuare eventuali deficit in italiano, matematica e inglese e organizzare così delle attività di recupero individuali o di gruppo.
Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.



Guarda anche:


INVALSI: Le prove formative volontarie per docenti e studenti


Sul sito ufficiale di INVALSI a breve saranno invece pubblicate le Prove formative, che potranno essere svolte in maniera flessibile, in aula o da casa. I partecipanti riceveranno un report immediato e un rapporto dettagliato con i risultati dopo 48 ore.
Il progetto ha l'obiettivo di fornire alle scuole strumenti per la valutazione diagnostica e in itinere del raggiungimento da parte degli allievi dei traguardi di competenza e di contenuto previsti. Gli strumenti sono a disposizione delle scuole e dei singoli insegnanti su base volontaria e intendono fornire una base informativa per promuovere azioni didattiche di supporto e consolidamento. Gli strumenti possono essere somministrati più volte, in momenti diversi e a distanza di alcune settimane, proprio in una prospettiva formativa.

INVALSI, rimangono fissate le prove nazionali


Tali prove non sostituiscono quelle tradizionali. Per queste l’INVALSI ha già fissato il calendario: si parte con la quinta superiore dal 2 al 5 marzo e si finisce con la seconda sempre superiore l’11-13-14 maggio. La modalità di svolgimento cambia per i diversi cicli d’istruzione. Nella scuola primaria le prove avvengono simultaneamente nello stesso giorno per ogni materia e alla stessa ora con la tradizionale modalità carta e penna. La scuola secondaria di primo e di secondo grado, invece, utilizza la modalità "Computer based" e svolge le prove all’interno di un periodo di somministrazione fissato a livello nazionale: le quinte superiori a marzo, le terze medie ad aprile, le seconde superiori a maggio. Questa finestra temporale può essere gestita autonomamente da ciascuna scuola, in funzione del numero degli allievi e del numero di computer disponibili. Le date e l’organizzazione delle prove INVALSI potranno subire variazioni in seguito all’evolversi della situazione sanitaria. Ogni eventuale cambiamento sarà concordato con il Ministero dell’Istruzione e tempestivamente comunicato alle scuole. Clicca qui per il calendario completo.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai!

21 gennaio 2021 ore 16:00

Segui la diretta