Classifica Censis Università 2019 2020: migliori atenei in Italia

Marcello G.
Di Marcello G.
migliori università 2019/2020 censis


È una delle domande che accompagnerà per tutta l’estate molti dei ragazzi che si sono appena diplomati: quale università scegliere per laurearsi? Non basta, infatti, scegliere il percorso formativo che si vuole intraprendere. Perché, a parità di facoltà e di corso di studi, l’ateneo in cui si deciderà d’iscriversi può fare una grande differenza. Come ogni anno, però, c’è un valido strumento per capire dove conviene studiare: la classifica Censis delle migliori università 2019/2020. L’istituto di ricerca ogni dodici mesi elabora una graduatoria nazionale che divide gli atenei (statali) in cinque categorie: mega università (più di 40mila iscritti), grandi atenei (da 20mila a 40mila iscritti), atenei medi (tra 10mila a 20mila iscritti), piccole università (fino a 10mila iscritti), politecnici. In più, c’è anche la classifica delle migliori università private 2019/2020 (piccole, medi e grandi). Ma quali sono gli atenei consigliati dal Censis per l’anno accademico 2019/2020? Andiamo a scoprirli.





Migliori università Censis 2019/2020: Bologna la prima tra i mega atenei

Tra i mega atenei statali, mantiene la prima posizione nella classifica delle migliori università 2019/2010 l’Università di Bologna, con un punteggio complessivo pari a 90,8. Conferme, rispetto a dodici mesi fa, anche al secondo posto, dove troviamo l’Università di Padova (88,7). Terza posizione per l’Università di Firenze (86,3) che però scende di una posizione. Si ferma nuovamente ai piedi del podio la corsa dell’Università Sapienza di Roma (84,3): quarta piazza per lei. Segue l’Università di Torino (83,0), che sale dal settimo al quinto posto e supera l’Università di Pisa (82,5), che retrocede al sesto. Ultima tra i mega atenei statali è l’Università di Napoli Federico II, preceduta dall’Università di Catania. L’Università di Bari è terzultima e sostituisce la Statale di Milano, che guadagna una posizione.

Classifica Censis migliori atenei 2019/2020: L’Università di Perugia vince tra le grandi

Passando ad analizzare i migliori atenei di grandi dimensioni secondo la classifica Censis 2019/2020 spicca ancora una volta, con un punteggio complessivo di 90,2 punti, l’Università di Perugia. L’Università della Calabria (90,2) mantiene la seconda posizione aumentando, rispettivamente di 4 e 3 punti, gli indicatori relativi alle strutture per gli studenti e all’internazionalizzazione. Posizioni stabili anche al terzo e quarto posto: ci sono l’Università di Parma e l’Università di Pavia (con 89,7 e 88,0 punti). Quinto posto per l’Università di Modena e l’Università di Reggio Emilia (87,3), che rimpiazza l’Università di Cagliari, scivolata in nona posizione (83,5). Sesto posto della classifica dei migliori grandi atenei 2019/2020 l’Università di Salerno, che guadagna otto posizioni. Penultima tra i grandi atenei è l’Università Roma Tre (79,0 punti). Chiudono la classifica, con il punteggio ex aequo di 75,5, le Università della Campania, l’Università di Chieti e l’Università di Pescara.

Università di Trento regina degli atenei medi secondo la classifica Censis 2019/2020

L’Università di Trento in dodici mesi guadagna ben due posizioni e si pone al vertice della classifica Censis 2019/2020 delle migliori università statali di medie dimensioni (con un punteggio complessivo pari a 97,0); l’incremento maggiore, l’ateneo trentino, lo registra nelle strutture per gli studenti e nell’internazionalizzazione (rispettivamente 9 e 7 punti in più). A cedere il primato è l’Università di Siena, che ora si trova al secondo posto (con 95,3 punti). La terza posizione è condivisa dagli atenei friulani: l’Università di Trieste e l’Università di Udine ottengono lo stesso punteggio (91,2), entrambe in ascesa grazie alle maggiori borse di studio, alla bontà delle strutture per gli studenti, alla comunicazione e ai servizi digitali. Al contrario, precipita dalla seconda alla quinta posizione l’Università di Sassari, penalizzata dalla perdita di 12 punti in internazionalizzazione. Chiudono il ranking - all’ultimo, penultimo e terzultimo posto - l’Università di Napoli L’Orientale, l’Università degli Studi Magna Graecia di Catanzaro e l’Università di Napoli Parthenope.

Classifica Censis migliori università 2019/2020: tra le piccole svetta ancora Camerino

Pochi cambiamenti nella classifica delle migliori piccole università Censis 2019/2020. Anche quest’anno a dominare è l’Università di Camerino, con un punteggio complessivo pari a 93,0. Così come la seconda e la terza posizione sono nuovamente ad appannaggio dell’Università di Foggia (82,2) e dell’Università di Cassino (82,0). Quarto e quinto posto, sono invece occupati dall’Università della Basilicata (81,3) e dall’Università Insubria (80,5), che risalgono ciascuna di due posizioni. In penultima e ultima posizione ci sono, rispettivamente, l’Università del Sannio e l’Università del Molise.

Politecnici classifica università Censis 2019/2020: il migliore è il Politecnico di Milano

La graduatoria Censis 2019/2020 dei migliori Politecnici vede nettamente al primo posto il Politecnico di Milano (con un punteggio complessivo di 95,8). Lo insegue, in seconda posizione (una in meglio rispetto all’anno scorso), il Politecnico di Torino (91,5), che fa retrocedere in terza posizione lo Iuav di Venezia. Chiude la classifica il Politecnico di Bari, che chiude la classifica.

Migliori università private 2019/2020 Censis: Bocconi, Cattolica, Lumsa, Luiss, Bolzano

Infine uno sguardo agli atenei non statali. Le ‘private’ che svettano nella classifica delle migliori università Censis 2019/2020 sono: per quel che riguarda i grandi atenei privati (oltre 10.000 iscritti) in prima posizione c’è anche quest’anno l’Università Bocconi di Milano (96,8), seguita a distanza dall’Università Cattolica (87,4); tra le università private di medie dimensioni (da 5.000 a 10.000 iscritti), primo posto per la Lumsa (90,0), seguita con un distacco minimo dalla Luiss (89,8), mentre lo Iulm è al terzo posto (83,0); tra i piccoli atenei non statali (fino a 5.000 iscritti) selezionati dal Censis è la Libera Università di Bolzano che continua a occupare il vertice della classifica (con 102,4 punti), seguita dalla Liuc Università Cattaneo (91,0) e dall’Università Roma Europea (83,6), che passa dalla ottava posizione dello scorso anno alla terza.

La classifica Censis 2019/2020 dei migliori atenei: tutte le graduatorie

Ma come si arriva alla classifica Censis delle migliori università 2019/2020? Tra i parametri presi in considerazione (alcuni già anticipati) ci sono: la qualità dei servizi erogati, le borse di studio e le altre misure per garantire il diritto allo studio, le strutture disponibili, la comunicazione e i servizi digitali, il livello di internazionalizzazione. Che servono ad elaborare il ranking dei raggruppamenti di classi di laurea triennali, dei corsi a ciclo unico e delle lauree magistrali biennali secondo la progressione di carriera degli studenti e i rapporti internazionali. Da quest’anno, poi, si sono aggiunti altri parametri quali: l’occupabilità dei laureati delle università statali, il grado di soddisfazione per i servizi (aule, biblioteche, postazioni informatiche) di chi ha già frequentato l’ateneo, una mappatura di quelli che dispongono della «carriera alias», ovvero uno strumento Lgbt-friendly per agevolare le persone in transizione di genere (ad oggi hanno aderito 42 atenei statali su 58). Ogni parametro ha la sua classifica: in totale sono 63 graduatorie, a seconda delle esigenze dei singoli studenti. Sono tutte consultabili al seguente indirizzo web: http://www.censis.it/formazione/la-classifica-censis-delle-universit%C3%A0-italiane-edizione-20192020
Skuola | TV
Buone vacanze ragazzi!

La Skuola Tv torna a ottobre. Buone vacanze a tutti gli studenti!

1 ottobre 2019 ore 16:00

Segui la diretta