Chi è la Regina degli scacchi? Le curiosità su Anya Taylor-Joy

Paolo Ferrara
Di Paolo Ferrara
Chi è la Regina degli scacchi?
Fonte foto: @anyataylorjoy via IG

La "Regina degli scacchi" è ormai la miniserie più guardata su Netflix. A confermarlo sono i dati diffusi dalla piattaforma di streaming: nei primi 28 giorni ben 62milioni di account hanno esplorato la vita della bambina prodigio degli scacchi, facendola arrivare in Top 10 in ben 92 Paesi. Ma chi si nasconde dietro la orfana Beth Harmon? Ecco tutte le curiosità su Anya Taylor-Joy, l’attrice protagonista de "La Regina degli scacchi".


Guarda anche


La Regina degli scacchi: chi è Anya Taylor-Joy


Classe 1996, americana ma con origini argentine e britanniche. Anya Taylor-Joy è diventata in poco tempo l’attrice più popolare della piattaforma di streaming Netflix grazie al suo ruolo da protagonista nella serie “La Regina degli scacchi”. Nata da mamma anglo-spagnola e padre scozzese-argentino, ha passato la sua in infanzia a Buenos Aires, in Argentina. All’età di otto anni si è trasferita a Londra con la famiglia, dove ha iniziato a studiare danza classica. Il suo debutto nel cinema come attrice protagonista avviene nel 2015 con il ruolo nel film horror “The VVitch". Nel 2016 recita in “Split” di M. Night Shyamalan e nel 2019 riprende il ruolo di Casey nel film "Glass", capitolo finale della triologia thriller Eastrail 177 dello stesso regista. Il 2020 è stato l’anno della sua rivelazione: ha interpretato Emma Woodhouse nel lungometraggio "Emma", diretto da Autumn de Wilde e basato sul romanzo omonimo di Jane Austen, e ha ricoperto il ruolo di attrice protagonista in “La Regina degli scacchi”. Nel 2021, invece, ad attenderla ci sono ben cinque diversi film: come riportato su VanityFair, presto la vedremo sul grande schermo nello spin-off di "Mad Max", nella pellicola "Last night in Soho", in "The Northman", nell’adattamento del romanzo "Weetzie Bat" e nel dramma di Kristin Scott Thomas "The Sea Change".



La Regina degli scacchi: “Non mi sono mai vista e mai mi vedrò bella”


In un’intervista al Sun, Anya Taylor-Joy ha ammesso di non sentirsi bella. “Non penso di essere abbastanza bella per essere nei film. E so che suona patetico, […] ma penso di avere un aspetto strano”. Quando le hanno proposto il ruolo in Emma, adattamento del romanzo omonimo scritto da Jane Austin, ha avuto un attacco di panico: “Ho pensato sono la prima Emma brutta, e non posso farlo”. Curiosamente la prima battuta nel film era: “Sono bellissima, intelligente e ricca”. Come anticipato, però, la sua carriera non è iniziata da attrice: all’età di sedici anni ha deciso di posare e sfilare come modella e un giorno in un set fotografico un produttore le ha chiesto di recitare dei versi di alcune poesie. Da lì il suo debutto nel cinema. Un'altra curiosità? Come molti atri attori preferisce non guardare i suoi film una volta usciti nelle sale. Sempre al Sun ha raccontato: “Non andrò mai al cinema a vedere un mio film, lo guarderò sempre prima”.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai!

2 marzo 2021 ore 15:30

Segui la diretta