Università, gli studenti "bulli" non avranno la borsa di studio

Paolo Ferrara
Di Paolo Ferrara
soft skills
È un provvedimento storico e all’insegna della meritocrazia e della legalità quello preso dall’Edisu, ente regionale per il diritto allo studio universitario del Piemonte. Il bando, infatti, prevede la revoca dei benefici agli studenti violenti che impediscono il normale svolgimento della vita universitaria con veemenza e aggressività.
Ecco i motivi di tale decisione.

Guarda anche


Borse di studio, la revoca per i bulli dell’università


Le politiche dell’assessore regionale al Diritto allo Studio universitario, Elena Chiorino, e del presidente dell’Edisu, Alessandro Sciretti, sono converse in una novità all’interno del Bando Edisu 2020-2021, approvato negli ultimi giorni nella Regione Piemonte. Il motivo? Nei mesi scorsi alcuni atenei hanno dovuto interrompere l’erogazione della didattica e lo svolgimento di alcuni esami proprio per episodi irrispettosi e violenti da parte di alcuni studenti. Altre volte, come riportato su Targatocn, alcuni universitari turbolenti e forsennati hanno provocato danni cospicui alle strutture, compreso il ferimento di alcuni esponenti delle Forze dell’ordine. "Si tratta di un passo molto importante – ha spiegato Chiorino - perché afferma un principio fondamentale, ovvero il rispetto della legalità all’interno dell’Ateneo, della meritocrazia e delle più basilari regole del vivere civile. L’Università è certamente un luogo di confronto, ma non può essere considerata una zona franca in cui chiunque, in base ad astrusi ragionamenti ideologici, può fare ciò che vuole, anche arrivando al punto di distruggere e devastare spazi pagati con le tasse dei piemontesi. Con questo provvedimento la Regione dice no al “dirittismo", ovvero alla teoria che tutti possano fare ciò che credono, senza dover rispondere di alcun dovere, ma, allo stesso tempo, garantisce il diritto allo studio a tutti e con tutti i mezzi a disposizione". L’Ente continuerà comunque a garantire il diritto allo studio con borse di studio, servizio abitativo e di ristorazione e con tutte le altre provvidenze da sempre sostenute dal trasferimento regionale.

Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di conoscere l'ospite della prossima live? Continua a seguirci!

11 marzo 2021 ore 16:00

Segui la diretta