10 tipi da facoltà che ritroverai anche in vacanza

studenti in vacanza

Facciamo una rapida analisi: la sessione estiva ormai è finita (quasi) per tutti, dunque altro non rimane che pensare alle vacanze! Già, vacanze: l'ambita chimera per ogni studente che si rispetti, accorpamento di una-barra-due settimane in cui tutto è concesso… O almeno così si spera prima del fantomatico periodo su cui ogni studente investe in speranze, aspettative, ambizioni e perché no anche tutta la paghetta di nonni, zii e parenti vari. E anche quel rene, perché "tanto ne ho due, a cosa mi servono entrambi?" Sta di fatto che è giunto il momento di fare le valige e andare alla scoperta di mete più o meno sconosciute dove sembra legittimo scaricare tutto lo stress di un anno accademico. Con gli interessi. Durante questo periodo di meraviglia, magia e pazzia, oltre alle sbronze e i bagni di sole - per chi non si sveglierà alle 4 del pomeriggio implorando per l'acqua - altro elemento fondamentale sono le pubbliche relazioni. E come sappiamo, fare amicizia è molto difficile. Il fatto è che, come in un documentario di National Geographic sulla savana, anche il panorama che ci si para davanti è una giungla da analizzare: ogni facoltà trasforma lo studente, rendendolo simile agli altri studenti della stessa provenienza. Dunque eccoti un elenco su come riuscire a riconoscere gli studenti universitari nell'ambito della vacanza… facoltà per facoltà.

Sei una matricola? Scopri i trucchi per sopravvivere all'università!


10. Lo studente di Giurisprudenza
Lo SDGIV (studente di giurisprudenza in vacanza) si presenta alla vista come il cugino di Nosferatu il vampiro: pelle diafana tendente al verdognolo, borse sotto gli occhi che sono state utilizzate come bagagli a mano (così freghiamo Ryanair e la sua politica sulle misure e i pesi, astuto!), sguardo vitreo e lieve ingobbimento sono i caratteri peculiari. Pensa te che schifezza. L'impressione si limiterebbe a questo se non fosse per tutta una serie di aspetti ulteriori: lo SDGIV porta con sé all'arrivo due trolley di dimensioni diverse: in quello più piccolo i vestiti, nell'altro i libri. E mica perché crede ingenuamente che studierà, il problema è che lo studio l'ha reso un ibrido tra libro e uomo, e lasciare i libri a casa gli sarebbe parso un gesto tanto contro natura quanto lasciare un neonato nel bosco. L'atteggiamento dello studente è caratterizzato da un iniziale spiazzamento rispetto alla folla, la luce, il divertimento: un anno di studio gli hanno fatto dimenticare che al di fuori del codice c'è una vita: se stai leggendo, amico caro, non disperare, dopo le prime 8 ore l'effetto spiazzamento sarà finito (non posso assicurare nulla sulla fotosensibilità).
Dove darà il meglio di sé? In spiaggia, dove si metterà a litigare perché vanterà un diritto di prelazione sul metro quadro di sabbia dove mettere l'asciugamano perché "l'aveva visto prima lui e ha i testimoni".

9. Lo studente di Economia
Lo SDE è impeccabile anche in vacanza: camicia inamidata, orologio di lusso al polso pure se su una chiatta per l'estrazione del petrolio, perché "il tempo è denaro". Sciorina con tutta la classe del mondo il libro delle citazioni di Gordon Gekko, riadattandolo al contesto vacanziero: potrebbe presentarsi con un "l'abbronzatura non dorme mai" e non ci sarebbe da stupirsi.
La vacanza viene trascorsa in cerca della festa più cool perché è lì che si conosce la gente giusta. L'economista sa come funziona il business: più investi più rischi di vincere.
Dove darà il meglio di se? Al ritorno, quando dovrà fare l'autostop perché ha speso troppo e ha dovuto vendere persino il biglietto dell'aereo per pagarsi l'ingresso in discoteca e non sa più come tornare a casa.

8. Lo studente di Scienze della Comunicazione
Lo SDSDCIV è assolutamente nel suo habitat e prende appunti. Scatta foto e scrive per documentare tutto ciò da cui potrebbe prendere spunto per l'organizzazione di un happening. Se incontra un altro essere umano con cui interagire inizierà un discorso a favore del proprio corso di laurea, frustrato da anni di vessazioni da parte del mondo accademico. Probabilmente l'interlocutore sarà uno studente di giurisprudenza (il calcolo delle probabilità è basato sul rapporto 400:1 degli studenti di giurisprudenza con quelli di SDC), troppo impegnato a pensare se il Cuba pestato che aveva chiesto sia veramente pestato e se quindi sia giusto fare causa al bar per inadempimento parziale.

Dove darà il meglio di se? Nonostante la frustrazione di dover esser ritenuti sempre "gli studenti di scienze delle merendine" il buon SDSDCIV, grazie all'arte imparata durante il suo corso di studi, si farà notare in una serata all'Amnesia di Ibiza salvando la situazione da qualche imprevisto. Il proprietario del locale ne verrà a conoscenza e gli offrirà vacanze all-inclusive vita natural durante all'Isla Blanca.

7. Lo studente di Psicologia
Lo studente di psicologia sta zitto e ascolta. Ogni tanto annuisce con aria soddisfatta: sta incamerando informazioni utili che userà per la sua tesi "Gli effetti delle vacanze estive sui ragazzi tra i 20 e i 30 anni: relazioni con la figura genitoriale e la fase anale freudiana". Sta studiando anche in questo momento. E l'oggetto di studio potrebbe essere chiunque. Lui sa cosa stai pensando ancor prima che lo capisca tu.
Dove darà il meglio di sé? Una notte uscendo da una bisca clandestina di poker dove, grazie alle sue doti di psicologo, avrà sbancato il banco e avrà fatto piangere tutti gli avversari ponendoli di fronte ai loro conflitti interiori.

6. Lo studente di Filosofia/Beni Culturali
Anime antiche cultrici della bellezza, in vacanza ci sono finite per caso: hanno sbagliato aereo e invece che arrivare in luoghi di meditazione e città d'arte sono tutti arrivati a Mykonos.

Filosofia
Lo studente di filosofia lo riconosci perché ricerca la metafisica pure durante il rave più trasgressivo. Cerca di coinvolgere chi gli sta accanto in discorsi impegnati attinenti al dover essere e alle fasi di Kierkegaard, ma l'unico riscontro che ottiene è un "viva la figa". La frustrazione e il disincanto lo portano ad affondare il suo dolore in bicchieri di assenzio e discorsi coi pescatori.

Dove darà il meglio di sé? A una festa in spiaggia, dove incanterà una modella di Victoria's Secret parlandole dell'estetica Kantiana e se la porterà a casa sotto lo sguardo incredulo di tutti i presenti.

Beni culturali
Lo studente di beni culturali parte in gruppi di spedizione alle 5 del mattino per visitare i siti archeologici e passa il tempo rimanente ad analizzare l'architettura dei palazzi. Ha la classica ustione alla tedesca perché al mare preferisce i templi, e un forte torcicollo causato dalla sua ostinazione a guardare verso i tetti per cercare di comprendere le scelte stilistiche. Rischia di essere arrestato per violazione di domicilio ogni portone aperto che vede.
Dove darà il meglio di sé? In spiaggia, dove non andrà per ammirare il centro storico.

5. Lo studente di Medicina
Gli SDMIV sono caratterizzati dalla paranoia sul volto di chi sa di avere sulle spalle un enorme fardello. Dalla sbucciatura al ginocchio al coma etilico, l'emergenza medica è dietro l'angolo. E la frase più temuta, superando addirittura "amore, ho un ritardo", diventa: "c'è un dottore in sala?". Se dovessimo rintracciarlo nella calca, potremo identificarlo come quello con lo sguardo più preoccupato e l'atteggiamento più agitato.
Com'è che si dice, a grandi poteri corrispondono grandi responsabilità, no?
Dove darà il meglio di sé? La pressione della vigilanza e la paura della folla lo porteranno a rinchiudersi in casa dietro a barricate di tequila. Durante il rifornimento di scorte alcoliche incontrerà un gruppo di mariachi con cui intraprenderà un tour di canzoni messicane in giro per il mondo. L'uscita del disco è prevista per gennaio 2016.

4. Lo studente di Professioni Sanitarie
Chi studia a professioni sanitarie vive una vita difficile: estenuanti ore di tirocinio, esami inutili e obbligatori… E soprattutto nessuno, nemmeno la nonna, capisce quale accidenti sia l'oggetto del suo studio. Proprio per questo i più astuti, dopo svariati tentativi di far capire alla squinzia di turno in cosa consista tecniche audioprotesiche, ripiegano su un lapidario "medicina". Inesatto ma d'effetto, e senza la controindicazione dell'ansia da prestazione.
Dove darà il meglio di sé? All'aperitivo, dove, pur essendo un laureando in logopedia verrà scambiato per un fisioterapista e sarà costretto a fare massaggi a tutti i presenti.

3. Lo studente di Ingegneria
Gli ingegneri non vanno in vacanza: sono tutti stati assunti con la domanda di immatricolazione.

2. Lo studente di Architettura
Lo SDAIV è una creatura abbastanza particolare: a metà tra il riflessivo e il party-boy, è un essere che va ancora analizzato approfonditamente per poterne dare una spiegazione esaustiva. Lo studente di architettura in vacanza vaga per il luogo di villeggiatura, alla ricerca della festa unpopiuhipster delle altre: voleva andare a Berlino, ma la comitiva ha preferito Gallipoli. Apparentemente la sua voglia di vivere è tanto dirompente quanto Giacomo Leopardi era un allegrone. Risponde sarcasticamente e cinicamente a qualsiasi contatto umano. In realtà si sta divertendo un sacco, è che non sa come farlo notare agli altri. Fortunatamente non è ancora stato lasciato in balia di individui poco raccomandabili perché è l'unico ad avere una Reflex e a saperla usare.
Dove darà il meglio di sé? Finalmente troverà una festa come voleva lui: il concerto più atteso dell'anno per il panorama degli architetti. Lo strumento di punta è il tappo di una bottiglia di plastica. Estasiato dalla musica esterna la propria gioia sorridendo. Viene radiato seduta stante dall'Albo degli architetti. A VITA.

1. Lo studente di Chimica
Anni di esposizione a gas e sostanze hanno annebbiato un po' la vista.
Le luci artificiali hanno più o meno sostituito il calore del sole.
Il contatto con il latice ha soppiantato qualsiasi sensazione umana.
Non è la descrizione di qualche personaggio mostruoso, ma semplicemente di uno sfortunato studente di chimica. La povera creatura può finalmente gioire delle bellezze della natura e della vacanza: magari l'acqua di mare riuscirà a cancellare quelle tracce bluastre che lo rendono simile a un Avatar… Maledette reazioni chimiche andate male.
Dove darà il meglio di sé? All'aeroporto, dove verrà fermato perché scambiato per un trafficante di droghe, in forza del fatto che le sue valige sono piene per metà di farmaci e principi attivi (adesso uno non può nemmeno viaggiare con un po' più di efedrina in borsa che subito lo scambiano per uno spacciatore, bah).


Andrea Buticchi

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta