Dieci cose da fare con l'università chiusa

Skuola.net | Store
In collaborazione con Skuola.net | Store
coronavirus

Tra le misure restrittive imposte dal governo per prevenire la diffusione del coronavirus c’è anche la chiusura delle università. Primo giorno: “Evviva vacanza!”. Secondo giorno: “E adesso che si fa?”. Se potete usufruire della teledidattica avrete già diverse ore da occupare nel seguire le lezione online. E poi si deve studiare e fare esercizi.
In genere è sempre possibile contare su un contatto - via email o chat - con un professore che metta a disposizione il proprio tempo per parlare con voi per fugare dubbi e perplessità. Ma il resto della giornata che si fa? Niente palestra, niente calcetto né danza. No cinema, concerti, pub. No centri commerciali dove fare shopping. E’ così orribile? Di certo è un’opportunità per riflettere su quanto sia importante la libertà di movimento che in questo momento ci viene negata. Ma teniamo presente che stiamo facendo tutti il meglio per tutti. Sui banchi si tornerà, ma adesso facciamo altro!




10. Programma fai-da-te

Costretti a stare dentro casa l’importante è non farsi prendere dall’apatia. Fate allora il planning delle nostro giornate, organizzando gli orari da dedicare a ciascuna attività così come avete sempre fatto per i vostri impegni, gli svaghi, gli hobbies. E, soprattutto, cercate di rispettarlo! Il tempo passerà molto più in fretta e non avrete quella sensazione di solitudine e di noia che di solito vi accompagna quando non avete modo di uscire.

9. Allenarsi

Mantenere la forma fisica è importante per il corpo ma soprattutto per la testa. Il workout casalingo può essere divertente e diverso dal solito, e vi consente di non perdere il tono muscolare che vi servirà quando tornerete alle partite o alla competizione. Ci sono centinaia di tutor su Youtube, sbizzarritevi!

8. Chiacchierare

Niente scuse, oggi tutti hanno una linea telefonica o una connessione che consente di fare telefonate illimitate. Lasciate da parte le chat e parlate, a voce, scambiandosi dubbi e paure, confrontandosi con gli amici una volta tanto ad occhi chiusi, riposando la vista e lasciando uscire quello che sentiamo.

7. Come Quando Fuori Piove

Che si fa? Si guarda un film e si fa una maratona della vostra serie preferita. Si ascolta buona musica, una volta tanto non in cuffia. E’ un’occasione unica per far ascoltare ai vostri genitori la musica che piace a voi, magari confrontandola con quella che piace a loro. Non è detto che sia poi così orribile.

6. Scrivere un blog

Questo isolamento forzato genera uno serie infinita di idee, preoccupazioni, timori, ansie, domande. Scriverle e raccontarle potrebbe essere una buona idea per esorcizzare la paura. Va bene il blog ma anche carta e penna.

5. Suonare

Se vi piace farlo, non dobbiamo certo spiegarvi quanto la musica sia terapeutica: rilassa, diverte, esalta, fa compagnia. Vi manca la presenza del vostro amico per duettare? Esistono app che vi consente di fare karaoke su basi musicali originali anche con... gli sconosciuti. Senza alcun pericolo.

4. Aprire il frigo e mettersi a cucinare

Qualcosa di buono possibilmente. Perché no? Provare ad inventare nuove ricette con le quali stupire i vostri familiari, mettetevi alla prova facendo torte di alta pasticceria. Cucinare è divertente e antistress, e poi magari riesce a sgravare chi, dentro casa, se ne occupa ogni giorno.

3. Fare space cleaning

Non avete mai il tempo di buttare quello che non vi serve? E’ arrivato il momento di farlo. Sgombrando farete spazio a nuove code e nuove idee, questo è garantito. Approfittatene anche per cambiare l’ordine dei mobili della camera a letto, ad esempio, passatempo utile e divertente. Vi sembrerà di vivere in un altro posto, come se foste in vacanza.

2. Socializzare in maniera alternativa

Ma come? Non dobbiamo stare chiusi in casa? Certo, ma questo non vuol dire non avere rapporti sociali. Come si fa? Spegnete la Tv (per avere aggiornamenti su leggi e disposizioni sul virus basta andare sulla Gazzetta Ufficiale una volta al giorno, evitate i programmi che ne parlano solo per fare audience) e fate le cose che le famiglie facevano un tempo la sera, radunata attorno al fuoco di un camino: raccontare storie, inventare una favola ai fratellini o guardare vecchie foto, rendendosi conto che il digitale non sostituirà mai l’emozione di una foto ingiallita dal tempo (ma sempre a un metro di distanza).

1. Studiare sui migliori appunti

Di più e meglio. Approfittate del tempo che avete a disposizione non solo per studiare gli argomenti dei corsi che state frequentando, tramite videolezioni e libri che trovate online, decidete magari di preparare quell’esame che non avete ancora dato. Le due ore che di solito occupate negli spostamenti verso università possono essere impiegate per studiare un altro esame che già avete frequentato. Gli appunti presi a lezione sono preziosi a velocizzare lo studio, ma se ti dovessero mancare alcuni appunti? Se vuoi un aiuto concreto in brevissimo tempo, non devi far altro che cercare gli appunti per il tuo corso su Skuola.net|Store, dove troverai pubblicati proprio gli appunti presi a lezione da altri studenti che hanno seguito le stesse lezioni, con lo stesso insegnante, nella tua stessa università.

Skuola.net Store, trova i migliori appunti della Rete per la tua Università!

Skuola.net|Store è il primo Marketplace pensato per lo scambio di appunti universitari fra gli studenti stessi che permette la compravendita di appunti e riassunti di qualità con lo scopo di facilitare lo studio universitario rendendo più semplice il reperimento del materiale di approfondimento.
Su questo motore di ricerca appositamente pensato per soddisfare le richieste specifiche degli studenti, sarà possibile infatti non solo cercare il nome dell’insegnamento ma affinare la ricerca specificando anche l’università di interesse. In questo modo, il motore restituirà gli appunti che coincidono con i filtri assegnati, specificando su ciascun file presente nel database anche il nome del docente di riferimento, in modo da rendere la ricerca più precisa ed utile possibile senza il rischio di dispersione.
E se invece i tuoi appunti sono perfetti, e quindi non te ne servono altri, Skuola.net|Store ti sarà comunque utile: potrai infatti condividerli con la nostra community guadagnando per il tuo ottimo lavoro.