Ominide 2165 punti

Eurialo e Niso

Enea è lontano dal campo troiano per cercare alleanze, quando si profila il pericolo di un nuovo attacco nemico. Eurialo e Niso, due giovani troiani legati da profonda amicizia, si offrono volontari per avvertirlo. Durante la notte attraversano le linee nemiche, uccidono nel sonno molti guerrieri e fanno un ricco bottino. Stanno già allontanandosi indisturbati, quando il bagliore dell'elmo di Eurialo rivela la loro presenza ai Volsci che perlustrano il bosco. Virgilio esprime nei suoi versi profonda pietà per questi giovani guerrieri morti nel fiore degli anni e sottolinea l'inutile crudeltà della guerra.


Alcuni cavalieri spediti in avanguardia
dalla città latina, mentre il grosso attendeva
schierato per i campi, venivano a portare
un messaggio a re Turno: eran trecento giovani,
tutti armati di scudo, guidati da Volcente.
S’avvicinavano al campo, erano sotto le mura,
455 e vedono da lontano i due1 prendere in fretta
un sentiero a sinistra: l’elmo tradì l’incauto

Eurialo nell’ombra pallida della notte
splendendo a un raggio di luna2
. Quel brillìo fu notato.
Volcente d’in mezzo ai suoi grida forte: «Alto là!
Dove andate? Perché siete in marcia a quest’ora?
Chi siete?». Nessuna risposta: i due corrono in fretta
verso il bosco, sperando nel buio.

PARAFRASI

Alcuni soldati provenienti dalla città latina,
mentre gran parte dell'esercito attendeva per i campi,
venivano a portare un messaggio al re Turno: erano trecento uomini, tutti armati, guidati da Volcente.
Si avvicinano al campo, sotto le mura, e vedono da lontano
i due, correndo, prendere un sentiero a sinistra: l'elmo però tradì l'imprudente Eurialo, splendente nell'ombra della notte come un raggio di luna. Quel brillio fu notato. Volcente nel mezzo dei suoi grida: Alto la! Dove andate? Perchè siete in marcia a quest'ora? Chi siete?.
Nessuna risposta: i due continuarono a correre verso il bosco, sperando nel buio.

Hai bisogno di aiuto in Eneide?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email