Ominide 80 punti

L'epica è il genere letterario più antico che conosciamo.
Quando ancore le civiltà non avevano elaborato un sistema di scrittura, l'unico modo per trasmettere notizie e raccontare storie era la voce.
Di solito erano li anziani, i narratori tendevano a ripetere spesso un concetto, un fatto, accompagnandosi col ritmo e creando cadenze musicali ripetitive.
Erano gli aedi, una specie di cantautori che si esibivano nelle piazze (agorà) delle principali città greche oppure del palazzo del re.
Di solito erano ciechi e questo spiegava come mai fossero cantori ed anche suonatori di cetra.
Oltre agli aedi esistevano i rapsodi essi si limitavano a scegliere ed a ricucire l'insieme alcune storie narrate dagli aedi, per eseguirle a loro volta.
Di fatto erano cantanti. A partire da VIII secolo a.C si diffuse l'uso della scrittura, in Grecia fu proprio in questo periodo che furono composti l'Iliade e l'Odissea, considerati i primi due poemi epici della letteratura occidentale.

Al primo secolo a.C risale l'Eneide di Virgilio considerato il più importante poema latino.
Le caratteristiche letterarie dei poemi epici sono comuni; queste opere narrano di storie di guerra, di viaggi avventurosi per mari e terre favolose, di eroi, divinità e creature magiche.
E' sempre possibile riconoscere un argomento principale che fa da sfondo a tuta la vicenda: nell'Iliade è la guerra di Troia, nell'Odissea è il viaggio avventuroso di Ulisse e nell'Eneide il viaggio di Enea verso l'Italia.
L'argomento principale della storia è esposto all'inizio del poema nella protasi o proemio; in questi versi il poeta si rivolge ad una musa ispiratrice e subito dopo racconta in sintesi il contenuto del poema.
I personaggio sempre numerosi sono divisi tra principali e secondari; i primi sono ben caratterizzati e ne conosciamo l'origine gli ideali e il destino; gli altri pur avendo una funzione ben precisa all'interno della vicenda non hanno una identità e sono poco più che nomi.
Le tipologie sono fisse: l'eroe, le divinità, l'antagonista,ecc.
Lo stile è solenne e la tecnica più utilizzata è quella dell'utilizzo dei patronimici che indicano i nomi degli antenati.

Hai bisogno di aiuto in Epica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email