Voto esame orale maturità 2018: valutazione, sufficienza e punteggio colloquio

Dopo la terza prova manca solo il colloquio orale per archiviare l'esame di maturità 2018. Questo è un momento cruciale per iniziare a farsi un'idea del voto finale, soprattutto perché, prima del colloquio, vengono pubblicati i quadri con i voti degli scritti d'esame.
Ma ora che avete fatto i conti e sapete con quale punteggio vi presenterete davanti alla commissione il giorno degli orali, vi servirà anche sapere in che modo vengono attribuiti i punti del colloquio maturità.

Scopri di più sul voto finale maturità 2018 >>

Voto minimo orale esame maturità

Esiste un voto minimo per l’orale di maturità? In realtà, per il voto minimo del colloquio orale maturità non esiste limite. Ciò vuol dire che, se l'orale si rivela un disastro, la commissione può arrivare a dare un punteggio molto basso, al di sotto della sufficienza. Tuttavia, se il colloquio orale va male, non vuol dire che sarete bocciati. La sufficienza nella prova orale non è requisito per la promozione, perché il voto finale maturità è la somma tra credito scolastico, prove scritte e prova orale, e la bocciatura può arrivare solo se, nel complesso, la somma è al di sotto di 60 punti. Se quindi, tra credito scolastico e prove scritte, avete raggiunto un punteggio discreto, è possibile che ve la possiate cavare nonostante un punteggio minimo all'orale.

Sufficienza colloquio orale maturità

Detto questo, esiste comunque un limite di punteggio dell'esame orale che equivale al 6, e corrisponde a 20 punti. Se prendete questo voto all'orale, insomma, vuol dire che i vostri professori hanno valutato che il vostro colloquio orale ha meritato la sufficienza piena.

Punteggio massimo: punti colloquio orale esame maturità

I punti massimi da poter ottenere all'esame orale di maturità sono 30. Questo punteggio, insomma, equivale al nostro tanto amato 10.

Voto orale maturità trentesimi: a che voto corrisponde?

Ma se 20 punti all'esame orale corrispondono al 6, e 30 punti al 10, a quale voto corrispondono gli altri punteggi in trentesimi? Eccovi serviti:
    21 = 6 e mezzo
    22 = 7 meno
    23 = 7 +
    24 = 7 e mezzo
    25 = 8
    26 = 8 e mezzo
    27 = 9 meno
    28 = 9 +
    29 = 9 e mezzo

Eccovi la tabellina di conversione per tutti gli altri voti nel dettaglio
tabella conversione decimi quindicesimi

Quanti punti vale la tesina

La presentazione della tesina o della mappa concettuale occupa la prima parte del colloquio, durante la quale si illustra il proprio lavoro su un determinato tema che colleghi varie materie. Molti però forse non sanno che alla tesina maturità non è destinato alcun punteggio o voto preciso: la sua valutazione fa parte del voto complessivo assegnato all'orale maturità.


Come viene stabilito e attribuito il voto del colloquio orale esame maturità

Come stabilito dal Miur, "il colloquio tende ad accertare la padronanza della lingua, la capacità di utilizzare le conoscenze acquisite e di collegarle nell’argomentazione e di discutere ed approfondire sotto vari profili i diversi argomenti. Esso si svolge su argomenti di interesse pluridisciplinare attinenti ai programmi e al lavoro didattico dell’ultimo anno di corso".
A ogni candidato, quindi, è richiesto di conoscere in maniera approfondita le materie d'esame, di saper esporre le proprie idee e conoscenze in un buon italiano e fare collegamenti tra le materie.
Come procede la commissione ad attribuire un voto ai maturandi per l'orale? Intanto è bene sapere che il voto dell'orale deve essere assegnato a ogni candidato entro il giorno stesso in cui viene sostenuto il colloquio. Inoltre, la decisione sul voto dell'orale maturità deve essere presa a livello collegiale: "il punteggio viene attribuito dall'intera commissione a maggioranza, compreso il presidente, secondo i criteri di valutazione stabiliti in sede di riunione preliminare e con l'osservanza della procedura prevista per le prove scritte".

Voto finale maturità e colloquio orale

Il voto finale di maturità è composto dal punteggio dei crediti scolastici (25 punti massimi), più la media degli scritti (massimo 15 punti a prova, per un totale di 45 punti), a cui si aggiunge, per l'appunto, il voto dell'esame orale di maturità per un massimo di 30 punti. Questo vuol dire che, il giorno della prova orale, ogni candidato ha già acquisito il 70% del proprio voto finale.
Qualora si riesca ad arrivare a 70 punti tra prove scritte e orale, e si siano conseguiti minimo 15 punti di credito scolastico, la commissione può decidere di aggiungere 5 punti bonus al voto di maturità, se il maturando si sia dimostrato particolarmente brillante. La decisione, tuttavia, deve essere presa con il consenso della maggioranza assoluta della commissione, compreso il presidente.

Voto esame orale maturità 2019

Quanto detto finora è valido per l'esame di Stato corrente, perché dal prossimo anno (Maturità 2019) la valutazione cambia: il credito scolastico avrà un valore massimo di 40 crediti, mentre le prove d'esame saranno ridotte a tre (con l'abolizione della terza prova), da 20 punti massimo l'una. Questo vuol dire che anche l'esame orale, come le prove scritte, avrà valore di 20 punti dal 2019.
Skuola | TV
Angelica Massera ospite della Skuola Tv!

La webstar, molto apprezzata dai più giovani grazie ai suoi video esilaranti, ci racconterà dei suoi progetti futuri! Non solo, cerchremo di capire quali sono i segreti per avere successo sul web! Non perdere la puntata!

21 novembre 2018 ore 15:00

Segui la diretta