Durata, tempistiche e regolamento seconda prova 2017

Serena Rosticci
Di Serena Rosticci

Durata e tempistiche seconda prova 2017

L'ultima riforma del nuovo esame di Stato ha apportato alcuni cambiamenti alla maturità. In particolare, a cambiare leggermente è stata la seconda prova maturità che ora è più in linea ai diversi indirizzi della riforma Gelmini che hanno fatto il loro debutto alla maturità 2017. Nessun cambiamento comunque per la durata e tempistiche seconda prova maturità, sempre dalle 6 alle 8 ore, a volte anche di un paio di giorni a seconda dell'indirizzo. Vediamo tutti i dettagli della durata seconda prova maturità.

Punteggio massimo: 15 punti, con la sufficienza fissata a 10
Durata seconda prova maturità massima: 6/8 ore (a seconda dell'indirizzo e della prova)
Durata seconda prova maturità minima: 3 ore
Data: 22 giugno 2017

Durata seconda prova maturità: i licei


La seconda prova maturità, come molti sicuramente già sapranno, cambia da indirizzo a indirizzo e verte su quelle materie che caratterizzano il corso di studi. La durata seconda prova maturità al liceo classico è di 4 ore. Questo è il tempo che i maturandi classici hanno a disposizione per tradurre la loro versione. Diversamente, al liceo scientifico la durata seconda prova è di 6 ore. In questo arco di tempo i maturandi dello scientifico devono risolvere uno dei due problemi e 5 dei 10 quesiti proposti nella traccia. Al liceo artistico, la durata della seconda prova è invece di 18 ore divise in 6 ore per 3 giorni. Al linguistico, la durata seconda prova maturità è al massimo di 6 ore. Al liceo pedagogico e delle scienze sociali la durata della seconda prova di maturità era di 4 o 5 ore. Oggi questi indirizzi sono confluiti nel liceo delle scienze umane ed è probabile che i maturandi erediteranno la stessa tipologia di seconda prova, ma ancora non ci sono comunicazioni ufficiali da parte del Miur sulla durata della seconda prova maturità.

Durata seconda prova maturità: tecnici e professionali


La maturità 2017 è la seconda per i nuovi tecnici e professionali nati 6 anni fa dalla riforma Gelmini. La durata della seconda prova 2014 degli indirizzi dei tecnici e professionali era nella maggioranza dei casi di 6 ore, ad eccezione del tecnico per geometri, la cui seconda prova aveva durata di 7 ore. Aspettiamo nuove comunicazioni da parte del Miur per la durata della seconda prova della maturità 2017 per i tecnici e i professionali, anche se probabilmente sarà simile a quella degli anni precedenti per gli indirizzi corrispondenti.

I vantaggi della seconda prova


Tutti gli anni le materie di seconda prova maturità[/url] vengono comunicate dal Ministero dell’Istruzione in anticipo, solitamente tra gennaio e febbraio e questo costituisce un vantaggio non da poco. Infatti, in questo modo potrete esercitarvi alla seconda prova di maturità parecchio tempo prima dell’esame chiedendo anche consiglio ed aiuto ai vostri prof. Un altro vantaggio è che durante questa prova sono ammessi tutti gli strumenti utili alla sua risoluzione, quali riga, squadra, calcolatrice, vocabolari, ecc.

>> Esercitati con le prove degli anni passati

Consigli per gestire il tempo


Che dobbiate approfittare del tempo che avete a disposizione per studiare ed esercitarvi sulle tracce degli anni passati, non c’è dubbio. Ma coma fare il giorno della prova vera e propria per gestire al meglio il tempo e sfruttare la durata seconda prova maturità? Ecco i consigli di Skuola.net per trarre tutti i vantaggi dalla durata seconda prova maturità:

1. Leggete attentamente le tracce. In quel momento sarete senza dubbio curiosissimi: vorrete sapere che sorte vi spetta e un’occhiata veloce ai testi va più che bene. L’importante è che dopo una prima letta, torniate sopra le tracce per leggerle in maniera più approfondita.

2. Siate precisi. Rispondete alle domande scrivendo solo quello che vi viene richiesto. Evitate giri di parole, paroloni e di andare fuori tema.

3. In quel momento avrete a disposizione tutti gli strumenti necessari per affrontare la prova: vocabolario, calcolatrice, riga e quant’altro: usateli, vi aiuteranno sicuramente!
4. Non perdete tempo. Non fossilizzatevi su quelle domande o parti di testo che non riuscite ad affrontare e andate avanti. Una volta finita la prova potrete tornarci sopra e ragionarci con più calma.
5. Rileggete quello che avete scritto. Una volta finita la prova, rileggetela anche più di una volta. Quello che avete scritto è chiaro? Sicuri che non ci siano errori di ortografia? Bene, a questo punto copiate tutto in bella copia, date un’ultima letta e consegnate.

Maturità 2019: come cambierà la seconda prova


La maturità 2019 porterà diversi cambiamenti alle prove d'esame. Innanzitutto, sparisce la terza prova e cambierà il punteggio massimo ottenibile in prima e seconda prova e all'orale. I due scritti e il colloquio valgono 20 punti l'uno.
Sulla struttura della seconda prova, ancora non è dato sapere molto: il ministro Fedeli ha annunciato, però, che avrà uno spiccato carattere multidisciplinare.


Serena Rosticci

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta