Come fare la bibliografia tesina di Maturità

lucy.t.997
Di lucy.t.997

Ormai il fatidico momento è arrivato: l’esame orale di maturità è qui. E’ uno degli esami più importanti della tua carriera scolastica, formativo ed essenziale per la tua crescita. Proprio per questo procura un quantitativo non indifferente di ansia e paura.
Ma per ovviare a queste brutte sensazioni c’è una semplice risposta: devi essere impeccabilmente pronto. Devi essere pronto a sostenere il colloquio e la tua tesina deve risultare quindi perfetta.
Ecco perché noi di Skuola.net vogliamo darti gli ultimi consigli per una tesina da urlo.
Visto che deve essere tutto preciso e svolto a dovere, dovrai anche preoccuparti di fare un rapporto dettagliato di tutte le fonti che hai usato per scrivere la tua tesina di maturità 2018. Questo procedimento sarà lungo e ostico, ma siamo certi che ne varrà la pena; potrai impressionare la Commissione tutta con una splendida bibliografia. Ecco come.

Guarda qui come fare premessa, introduzione e conclusione della tesina di maturità >>
Scopri tutto sul voto dell'esame orale maturità >>

Come fare la bibliografia della tesina maturità

Ti presentiamo gli esempi di vari casi, a seconda di ciò che dovrai riportare.
  • Libro di un solo autore: Nome puntato e cognome per intero dell’autore, titolo in corsivo, luogo di edizione, casa editrice e anno di edizione.
    Esempio: U. Gentiloni Silveri, Il giorno più lungo della Repubblica, Roma, Mondadori editore, 2016.

  • Libro di due o tre autori: Nome puntato e cognome per intero di tutti gli autori, titolo in corsivo, luogo di edizione, casa editrice e anno di edizione.
    Esempio: F. D'Intino, L. Maccioni, Leopardi: guida allo Zibaldone, Roma, Carocci editore, 2016.

  • Libro di più di tre autori: Nome puntato e cognome per intero del curatore, seguito da “(a cura di)”, titolo in corsivo, luogo di edizione, casa editrice e anno di edizione.
    Esempio: L. Serianni (a cura di), Lingua Comune, Scolastiche Bruno Mondadori, 2011.

  • Articolo in una rivista: Nome puntato e cognome per intero dell’autore, titolo dell’articolo in corsivo, seguito da “in”, titolo della rivista tra virgolette « », giorno, mese, anno e pagine.
    Esempio: C. Sorsi, I giovani e il futuro, in «Il Gazzettino», 12 luglio 2012, p.9.

  • Articolo in una rivista specialistica: Nome puntato e cognome per intero dell’autore, titolo dell’articolo in corsivo, seguito da “in”, titolo della rivista tra virgolette « », volume della rivista in numeri romani, numero della rivista in numeri arabi, anno e le pagine interessate.
    Esempio: V. Lippi, Dalì e i sogni, in «L'arte del 900», II, 4, 2014, pp. 32-35.

  • Saggio in una miscellanea, un volume che contiene saggi di più autori: Nome puntato e cognome per intero dell’autore, titolo del saggio in corsivo, seguito da “in”, nome puntato e cognome per intero del curatore, titolo del volume in corsivo, luogo di edizione, casa editrice, data di edizione e pagine interessate.
    Esempio: F. Pini, La musica pop, in L. Ponzo, T. Tenco, Storia della musica, Bari, Il Sole, 2008, pp. 50-55

  • Nel caso invece di consultazione di un documento preso dal web, dovrai indicare: Nome puntato, cognome dell’autore, titolo del documento in corsivo, indirizzo esatto della pagina e anno di consultazione.
    Esempio: M. Gelardini, Maturità 2018, escono i quadri degli scritti: prima prova “salvagente”, in Italiano i voti più alti, in https://www.skuola.net/maturita/voto-punteggio-prove-scritte-maturita-2018-quadri.html, 2018.
Skuola | TV
Angelica Massera ospite della Skuola Tv!

La webstar, molto apprezzata dai più giovani grazie ai suoi video esilaranti, ci racconterà dei suoi progetti futuri! Non solo, cerchremo di capire quali sono i segreti per avere successo sul web! Non perdere la puntata!

21 novembre 2018 ore 15:00

Segui la diretta