Lucano (39-65)

• Marco Anneo Lucano nacque a Cordova nel 39 d.C. da Marco Anneo Mela, fratello di Seneca --> NIPOTE DI SENECA. Questo significa:
- aveva competenze filosofiche
- era legato all’imperatore Nerone.
• nel 40 si trasferisce con la famiglia a Roma (com’era solito) dove è allievo dello stoico Lucio Anneo Cornuto e nella cui scuola stringe amicizia con Persio
• Entra a far parte della cerchia di amici intimi dell'imperatore Nerone.
• Dal 62 Rottura tra Nerone e Lucano. Si dissocia dal suo governo perché era diventato tirannico mentre Lucano aveva ideali repubblicani.
• Aderisce alla congiura pisoniana
• 65 - Congiura pisoniana scoperta. Per salvarsi denuncia la madre e diversi amici
• muore nel 65 a soli 25 anni, suicidandosi.

Pharsalia
Poema epico - storico

Argomento: guerra civile tra Cesare e Pompeo che culmina il 9 agosto del 48 con la battaglia di Farsalo.
Si immagina dodici libri come l'Eneide. Rimane incompiuto.

Modelli e fonti:
- Tito Livio
- Annales di Ennio
- poema epico virgiliano, ma in un modo scandaloso e provocatorio per:

1) Violazione del codice epico.
- Elimina la presenza degli dei e la sostituisce con un elemento sovrannaturale attinto dalle leggende e superstizioni popolari;
- poema senza eroe positivo - ci sono 3 personaggi principali:
- Cesare – eroe negativo: brama di potere, empietà, crudeltà (furor). Rappresenta il nuovo.
- Pompeo- eroe tragico: ha raggiunto le massime cariche e ora è in declino verso la coscienza di sé e l’accettazione del fato, anti - Enea, rappresenta la giustizia.
- Catone Uticense - eroe stoico della virtus, depositario di valori perenni. Appare come l’eroe maggiore perché arriva a suicidarsi per la libertà.

2) Tema della guerra civile: tragico più che epico. Anche l’atteggiamento di Lucano non esprime orgoglio, ma denuncia e orrore. Sottolinea il fatto che concepisce la guerra civile come un crimine e un misfatto (scelus e nefas).

Opera storiografica e quindi non è letteratura perché è di argomento storico.
Però dall’altra parte abbiamo delle prove che si tratti di letteratura:
1. giudizio fortemente soggettivo sui fatti: Lucano interviene continuamente per esprimere la sua indignatio.
2. figure retoriche utilizzate sono fortissime:
- antitesi (ogni espressione\immagine è violentemente contrapposta ad un'altra, es. proemio). Questa figura retorica riflette il sovvertimento dell’ordine romano.

- ossimori
- enjambement
3. surrealismo della narrazione, pochi elementi realistici, pathos disperato.

Hai bisogno di aiuto in L'età imperiale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email