ely90 di ely90
Genius 4643 punti

Autori latini minori

• APICIO, “DE RE COQUINARIA” (SULLA GASTRONOMIA)
(ha un legame con la medicina ed è un’elencazione di ingredienti senza particolari pregi letterari)

• CELSO, “ARTES” (SULLA MEDICINA)
(trattò di ciascuna ars, ma restano solo otto libri sulla medicina, con grandi competenze tecniche)

• COLUMELLA, “DE RE RUSTICA” (SULL’AGRICOLTURA)
(propone un agricola di vasta esperienza e grande cultura, ed esalta il contadino dell’antichità)

• CREMUZIO CORDO, OPERA PERDUTA SULL’OPPOSIZIONE AL PRINCIPATO
(descrisse crudamente le guerre civili, esaltando Bruto e Cassio come ultimi paladini della libertas)

• CURZIO RUFO, “HISTORIARUM ALEXANDRI MAGNI LIBRI”
(cronologia inesatta nella sintesi della vita di A.Magno, con toni ameni più che didascalici)

• FEDRO, “FABULAE”
(corpus in senari giambici, che hanno per modello Esiodo, segnalano l’eterodossia dell’autore)

• FRONTINO, “DE AQUIS URBIS ROMAE”
(commentarius con dati tecnici sulla situazione degli acquedotti romani, di cui fu curator aquarum)

• GERMANICO TRADUTTORE DI ARATO, “PHAENOMENA” (SULL’ASTRONOMIA)
(opera sull’astronomia che nella seconda parte si distacca dalla fonte e lascia spazio all’astrologia)

• MANILIO, “ASTRONOMICA”
(poema didascalico in esametri ispirato a Lucrezio, per cui l’astronomia sarebbe scienza razionale)

• MARCO VIPSANIO AGRIPPA, “PORTICUS VIPSANIA” (SULLA GEOGRAFIA)
(una carta generale del mondo esposta nel Campo Marzio corredata da un dossier oggi perduto)

• PLINIO IL VECCHIO, “NATURALIS HISTORIA”
(un’opera di consultazione su molti ambiti del sapere che stranamente consta di un indice)

• POMPONIO MELA, “DE CHOROGRAPHIA” (SULLA GEOGRAFIA)
(elenco per sommi capi delle regioni costiere piuttosto che interne, basato su vecchie fonti greche)

• SILIO ITALICO, “PUNICA”
(poema storico che ambiva a ripercorrere tutta l’epica romana, con grande spazio al soprannaturale)

• STAZIO, “SILVAE”
(carmina spesso in esametri, senza piani preordinati, in cui il poeta-retore celebra la società coeva)

• STAZIO, “TEBAIDE”
(poema in esametri sullo schema dell’Eneide, che punta l’attenzione sulla fraternae acies)

• VALERIO FLACCO, “ARGONAUTICA”
(riscrittura ed ampliamento della storia di Giasone e gli altri fatta da A.Rodio, opera incompiuta)

• VALERIO MASSIMO, “FACTORUM ET DICTORUM MEMORABILIUM”
(una raccolta in nove libri di exempla, sia vizi sia virtù, destinati alle scuole di retorica)

• VELLEIO PATERCOLO, “HISTORIA ROMANA” STORIOGRAFIA DEL CONSENSO
(narra dalla guerra di Troia alla sua contemporaneità nell’ottica del suo ceto, la burocrazia equestre)

Hai bisogno di aiuto in L'età imperiale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email