Erectus 1118 punti

Commedia latina e greca

La commedia latina di cui il massimo esponente è sicuramente Plauto trae inevitabilmente ispirazione dal modello greco.
La commedia greca è suddivisa in commedia antica e commedia nuova. Il massimo esponente della commedia antica è Aristofane che tratta di argomenti legati alla vita della Polis ovvero riguardanti i politici operando una ridicolizzazione dei nemici politici con insulti e caricature. utilizza lo strumento dell'encomio per fini politici.
Il più grande autore della commedia nuova invece è Menandro, appartenente all'età alessandrina. L'epoca in cui è da inquadrare la produzione di Menandro è mutata dal di vista culturale rispetto a quella di Aristofane, l'attenzione si concentra sull'uomo e sulle trame ripetitive. Menandro si fa portavoce anche di un messaggio morale in particolare in merito alla filantropia che si evolve poi nel concetto di humanitas. I personaggi sono tipi e il coro si è ridotto ad uno strumento musicale.
Plauto produce una sintesi tra commedia greca nuova ed elementi tratti dalla farsa Italica tra cui ricordiamo i Fescennini e la Fabula atellana. Il successo di Plauto si lega alla circolazione di all'incirca 130 commedie attribuite a lui ma Terenzio Varrone opera un lavoro di discernimento attribuendogliene ventuno e considerando le altre spurie. Le trame si incentrano degli schemi ricorrenti alla maniera menandrea, un amore contrastato, personaggi fissi tra cui aiutanti e antagonisti e la presenza di un lieto fine con agnizione.
Hai bisogno di aiuto in Arcaica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email