Tutor 36353 punti

esempi di frasi con i nomi sovrabbondanti


Che cosa sono i nomi sovrabbondanti


Si definiscono nomi sovrabbondanti quei sostantivi che presentano due plurali

Esempi: filo (singolare)/i fili (della luce); le fila.

Al singolare questa categoria di nomi finisce per -o, mentre al plurale possono finire per -i (la forma classica e normale); inoltre possono terminare anche in -a, indicando un sostantivo di genere femminile e aventi un significato differente.

Esempi: il cervello (singolare)/ i cervelli; le cervella (plurale)
il ciglio (singolare)/ i cigli; le ciglia (plurale)
il grido (singolare)/i gridi; le grida (plurale)
il muro (singolare)/ i muri; le mura (plurale)
l'urlo (singolare)/ gli urli; le urla (plurale)

Esistono dei nomi sovrabbondanti che per esempio hanno due singolari:

Esempi: nocchiero/nocchiere (singolare)
neofito/neofita (singolare)
sparviero/sparviere (singolare)
scudiero/scudiere (singolare)
sorte/sorta (singolare)

I nomi sovrabbondanti sono quelli che possono anche avere due forme di singolare e due forme di plurale:

Esempi: l'orecchio; l'orecchia (singolare)/gli orecchi; le orecchie (plurale)

Esempi di frasi con nomi sovrabbondanti


Sul ciglio della strada c'era un gelsomino.
Le dita di una mano sono cinque.
Le corna dell'alce sono maestose.
Il gatto di Carlotta mi ha fatto le fusa.
Le urla della ragazza si sentivano fino a casa mia.
Il grido di Maria l'ha sentito anche Anna.
Le fondamenta della casa hanno ceduto.
Il gesto altruistico di Olga è stato bellissimo.
Non si deve mai sfidare la sorte.
Martino ha scavalcato il muro.
Hai bisogno di aiuto in Grammatica italiana?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze