Nomi concreti e nomi astratti

frasi in cui si usano i nomi concreti e astratti

I nomi concreti sono in italiano quelli che tendono a riferirsi a delle determinate entità che sono connesse ai cinque sensi.

Sono nomi concreti per esempio le persone, gli oggetti e gli animali.

Ad esempio :

Il treno è partito alle 18 dalla stazione

Oggi sono andato dal panettiere a prendere il pane.

L'ape vive nell'alveare.

Al giorno d'oggi si lavora quasi solo con il computer.

Gli occhiali sono nella borsa.

Dentro la penna c'è l'inchiostro.

I Pesci vivono nell'acqua.

La differenza tra i nomi concreti e nomi astratti è di difficile applicazione e di tipo convenzionale. I nomi astratti farebbero parte della categoria dei nomi comuni e non si riferirebbero a delle entità visibile fisicamente. Non sono facilmente numerabili e quantificabili proprio per questo motivo.

Sono tornata ieri da un viaggio in California.

Ieri sono caduto e mi sono sbucciato il ginocchio.

Mi sono scottata con la pentola bollente e ho provato molto dolore.

La palla ha fatto un enorme rimbalzo rompendo il vetro della vicina.

I nomi astratti a loro volta possono essere suddivisi in due tipi di categorie:

Nella prima classificazione sono presenti i nomi come per esempio dolcezza, gioia, amarezza, coraggio, bontà, verità, ecc... che rientrerebbero nella tipologia dei nomi di massa concreti, com e per esempio quello di non usare il plurale.


I nomi astratti del secondo tipo – che sono quelli legati ai nomi comuni numerabili devono rispettare determinate regole: - devono fare uso dell’articolo indeterminativo un e di quelli che sono conosciuti come quantificatori numerali;
- devono inoltre utilizzare quella che è la forma plurale se vi è un modificatore;
- devono inoltre esserwe in qualche modo essere cambiati da dei quantificatori come per esempio poco, abbastanza, ecc...

Hai bisogno di aiuto in Grammatica italiana?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email