Ominide 1552 punti

Settori industriali tradizionali e i settori in crescita


I settori industriali tradizionali sono l'industria tessile, industria siderurgica, l'industria chimica e l'industria meccanica.

L'industria tessile fa parte della prima rivoluzione industriale il consiste nella lavorazione di filati e di tessuti naturali o sintetici al fine di creare prodotti d'abbigliamento. Questa industria è a basso contenuto tecnologico.

L'industria siderurgica consiste nella produzione del ferro e delle sue leghe e di prodotti siderurgici. Primo produttore che fa parte di questa categoria è la Cina.

L’industria chimica può dividersi in due gruppi:
- la chimica di base, in cui si producono materie prime e sono principalmente localizzati nei pressi di giacimenti minerari e nelle aree portuali;

- la chimica di fine, in cui si producono i materiali più complessi.
I maggiori produttori sono gli Stati Uniti e il Giappone.

L'industria meccanica è un'industria abbastanza diffusa, soprattutto negli stati come la Cina, gli Stati Uniti e la Germania. Questa industria fa parte del settore automotive.


I settori in crescita sono l'industria elettronica, settore aerospaziale, l'industria delle telecomunicazioni e l'industria 4.0.

L'industria elettronica è in rapida e continua evoluzione tecnologica ed è molto sviluppata negli Stati Uniti, nel Giappone e nella Cina.

Il settore aerospaziale ha un altissimo tasso di innovazione e sono elevati gli investimenti destinati alla ricerca e allo sviluppo. Questo settore è molto sviluppato negli Stati Uniti.

L'industria delle telecomunicazioni fa parte della terza rivoluzione industriale ed è un settore di punta per lo sviluppo economico industriale. È molto sviluppata nella Cina, negli Stati Uniti e nel Giappone.

L'industria 4.0 è un estensione della connettività che è consentita da internet.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email