Il settore terziario europeo è caratterizzato dell'elevato numero di addetti coinvolti:
-fino al 40%: Bielorussia, Ucraina, Moldavia, Romania, Bulgaria, Jugoslavia, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Macedonia e Albania;
-fino al 55%: Russia, Estonia, Lettonia, Lituania, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Ungheria e Slovenia;
-fino al 65%: Finlandia, Irlanda, Germania, Polonia, Austria, Italia, Grecia, Spagna e Portogallo;
-oltre il 65%: Islanda, Norvegia, Svezia, Danimarca, Regno Unito, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo, Francia e Svizzera.
Per quanto riguarda l'istruzione, i Paesi europei sono i più scolarizzati del mondo visto l'obbligo scolastico fino a 18 anni. Per quanto riguarda la ricerca, le istituzioni più famose sono:
-il CERN: centro europeo per la ricerca nucleare;
-il LEBM: laboratorio europeo per la biologia molecolare;
-l'ESA: agenzia spaziale europea;
-l'ESRF: laboratorio delle radiazioni da sincrotone;

-l'ESO: osservatorio europeo australe.
I Paesi europei che spendono molto nella ricerca sono Belgio, Danimarca, Grecia, Spagna (Catalan Center for Futures Studies a Barcellona), Francia (Technopole a Montpellier, Tetrapole a Grenoble, Futurscope a Poitiers e Babois Technologican Pole a Nancy), Irlanda, Italia (Tecnopolis a Bari, Idis a Napoli e Club di Roma a Roma), Paesi Bassi, Austria, Portogallo, Finlandia, Svezia, Regno Unito, Islanda e Norvegia.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email