Ominide 8039 punti

Proteggiamo il suolo che scompare

Pochi argomenti sono così gravi, ma poco discussi, come quello della scomparsa del suolo. Ogni anno, miliardi di tonnellate di terreno finiscono in mare o vengono portati via dal vento e non si conosce alcun sistema che consenta di rimpiazzare uno strato fertile perduto.
La scomparsa del suolo è una minaccia grave per l'agricoltura: l'Europa, il continente forse meno coinvolto dall'erosione, perde ogni anno circa un miliardo di tonnellate di terreno coltivabile. Danni analoghi subiscono i campi di cereali degli Stati Uniti, mentre i suoli dell'Asia subiscono danni 25 volte maggiori. Non parliamo poi dei fragili suoli dell'Africa, dove il deserto avanza sempre di più. Solo l'Etiopia perde ogni anno una superficie di suolo coltivabile pari a quella statunitense, benchè sia sei volte più piccola. Da molti anni le terre arabili del nostro pianeta non registrano alcuna espansione: ciò vuol dire che l'erosione dei suoli è superiore alla loro formazione. Per la formazione di uno strato superficiale di suolo profondo 2,5 centimetri possono occorrere da 100 a 2000 anni, a seconda del tipo di terreno. Per distruggere uno strato analogo sono sufficienti solo 10 anni.

Questi sono i casi più gravidi erosione dei suoli coltivabili:
⦁ In Africa, il Sahel e la Namibia;
⦁ in Asia, in Medio Oriente, la Mongolia, le colline pre-himalaiane, il bacino del fiume Chang Jiang;
⦁ in America, le regioni centrali di Stati Uniti, Messico, Brasile;
⦁ in Australia,le aree centrali.

Le cause e i rimedi

Il degrado dei suoli ha molte cause diverse. Le minacce peggiori provengono dall'erosione dovuta al vento e all'acqua, dal pascolo eccessivo e dal processo di accumulo dei sali nei terreni irrigati. Inoltre, le attività umane contribuiscono ad accelerare i processi naturali di erosione, attraverso lo sfruttamento eccessivo dei campi e il taglio dei boschi.
La protezione dei suoli è indispensabile per difendere l'agricoltura. Gli Stati Uniti, consci del problema già grave al metà del Novecento, hanno istituito nel 1986 un programma di incentivi economici per la conservazione del suolo. Gli agricoltori ricevono un premio in denaro a patto che convertano terreni agricoli in boschi per almeno 10 anni, prima che diventino sterili. In Europa, anche l' UE ha adottato interventi simili.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email