L'aumento della popolazione europea è favorita dall'aumento del benessere, dall'aumento dell'età media della vita, dalla riduzione della mortalità infantile,
dal calo della natalità e l'aumento della popolazione anziana e dell'enorme immigrazione dai Paesi extraeuropei; la distribuzione della popolazione non è però omogenea con i Paesi dell'interno che sono meno popolati a causa delle differenze ambientali, storiche e culturali. I Paesi ccon più giovani sono: Costa d'Avorio, Uganda, Niger, Repubblica Democratica del Congo, Kenya, Zambia, Siria, Oman, Benin, Somalia, Mali, Angola, Guinea, Malawi, Yemen, Etiopia, Burundi, Madagascar, Liberia, Ruanda, Nicaragua, Tanzania, Togo, Congo, Nigeria, Ghana, Libia, Burkina Faso, Cambogia, Mozambico, Laos, Senegal, Guatemala, Pakistan, Sierra Leone, Zimbabwe, Camerun, Honduras, Sudan e Iraq. I Paesi con più anziani sono 40: Svezia, Italia, Grecia, Norvegia, Belgio, Regno Unito, Danimarca, Germania, Austria, Francia, Spagna, Bulgaria, Svizzera, Finlandia, Giappone, Portogallo, Ungheria, Ucraina, Lussemburgo, Lettonia, Paesi Bassi, Estonia, Stati Uniti, Repubblica Ceca, Croazia, Bielorussia, Slovenia, Uruguay, Lituania, Russia, Barbados, Canada, Romania, Australia, Georgia, Jugoslavia, Nuova Zelanda, Irlanda, Islanda e Malta. Dal 1995 a oggi la crescita demografica nel mondo è stata maggiore in Africa, America centro meridionale e Oceania, mentre è stata nulla in Europa, America settentrionale e Asia.

Hai bisogno di aiuto in Geografia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità