Ominide 914 punti

il continente americano

Il continente americano è suddiviso in tre grandi regioni sub-continentali: America Settentrionale, America centrale e America Meridionale.

 I confini
L’ America si estende dal Polo Nord al Polo Sud ed è bagnata a est dall’ Oceano Atlantico e a ovest dall’ Oceano Pacifico. Lo stretto di Bering separa a nord-ovest l’ Alaska dalla Siberia.

 Il territorio
La Dorsale Continentale Pacifica è una giovane catena montuosa che si snoda lungo la costa occidentale che nell’ America del Nord è formata dalle Montagne Rocciose, dalla Catena Costiera, dalla Sierra Madre Occidentale e Orientale; nell’ America meridionale dalla Cordigliera delle Ande. Le regioni orientali sono occupate da rilievi molto antichi come la Catena degli Appalachi nell’ America settentrionale. Nelle regioni centrali si estendono grandi pianure come le Pianure interne del Canada (Plains) e le Grandi Pianure in America Settentrionale; la Pianura dell’ Orinoco, la Pianura Amazzonica e quella del Chaco e della Pampa in America meridionale.

 L'idrografia e le coste
Il continente ha un’ enorme ricchezza idrica. In Canada i principali corsi d’ acqua sono: il Mackenzie, il San Lorenzo e il Nelson. Negli Stati Uniti scorrono il Missouri, il Mississippi, il Colorado e il Rio Grande. In America del nord nella Regione dei Grandi Laghi si trovano il Lago Superiore, il Michigan, l’ Huron, l’ Erie e l’ Ontario. Nell’ America del sud domina il Rio delle Amazzoni, ma sono anche importanti l’ Orinoco, il Paraguay, il Paranà e il San Francisco. In America settentrionale le coste sono molto articolate, mentre in America Meridionale sono più compatte e uniformi. Le isole sono molto numerose in Canada e, fra esse, la Groenlandia che appartiene alla Danimarca. In America centrale, le Grandi e Piccole Antille e le Bahama formano grandi arcipelaghi.

 I climi
L’ estensione del continente determina una grande varietà di climi che si possono suddividere in tre regioni: la regione fredda, la regione temperata e la regione calda. Si passa quindi dalle terre perennemente gelate al grande calore dei territori a clima equatoriale e tropicale umido.

 Gli ambienti naturali
Nell’ estremo nord domina la tundra, seguita dalla taiga; le pianure centrali sono coperte dalle praterie; nella parte occidentale si trovano steppe e deserti. In America centrale e meridionale predominano la foresta pluviale, la savana e la steppa.

 La storia
Fra i 25.000 e i 15.000 anni fa i sapiens colonizzarono l’ America attraversando lo stretto di Bering. Al momento dello sbarco di Cristoforo Colombo nel 1492, la popolazione dell' America Settentrionale era scarsa e costituita da tribù che vivevano di caccia, di allevamento e di agricoltura. In America centrale si erano sviluppate grandi civiltà: i Maya, gli Aztechi e gli Inca. L’ arrivo degli Spagnoli distrusse in pochi anni gli imperi del Centro America sia per la violenza, sia per le malattie. La diminuzione degli indigeni portò i conquistatori ad avviare il commercio degli schiavi deportati dall’ Africa. I Portoghesi estesero il proprio dominio in Brasile, i Francesi crearono colonie nel Canada e nelle Antille, gli Olandesi fondarono Nuova Amsterdam, divenuta New York nel 1664. In America del Nord gli Inglesi fondarono tredici colonie nel XVII secolo. L’ Inghilterra dovette fronteggiare la rivolta di tredici colonie che diede origine agli Stati Uniti. Nell’ Ottocento, al termine della Guerra di Secessione, negli Stati Uniti fu abolita la schiavitù. L’ America centrale e meridionale conobbe invece lunghi periodi di instabilità politica favorendo la nascita di terribili dittature militari.

La popolazione e la città

In America vivono circa 870 milioni di abitanti. La popolazione è distribuita in modo irregolare: nell’ America Settentrionale è scarsa nel nord del Canada e aumenta nelle pianure centrali e sulle coste; nell’ America Centrale si concentra nelle isole e sugli altipiani; nell’ America Meridionale restano disabitate l’ entroterra, mentre le coste sono maggiormente abitate. Un fenomeno comune a tutto il continente è l’ alto grado di urbanizzazione.

Le etnie e le lingue

Il continente ha diverse etnie a causa delle migrazioni avvenute negli anni passati. La quasi totalità degli abitanti discende dai colonizzatori e dagli immigrati. La popolazione nordamericana è costituita da una maggioranza bianca, da un consistente numero di neri e da nuovi immigrati. La popolazione latina americana è composta per metà da bianchi e creoli; vi sono pure neri e mulatti. Accanto alle lingue dei colonizzatori (spagnolo, inglese, francese, portoghese) ci sono pure gli idiomi amerindi, le lingue delle immigrazioni più recenti come l’ italiano, il cinese, il tedesco.

Le religioni

In America settentrionale il Cristianesimo è la principale religione, ma i protestanti sono più numerosi rispetto ai cattolici. Sono presenti anche la religione Ebraica e le minoranze islamiche, buddiste e indù. L’ America Latina ha una predominanza cattolica.

 L’economia
Anche in campo economico-sociale vi sono forti disuguaglianze.
• L’ America settentrionale (Stati Uniti e Canada) è industrializzata e fortemente sviluppata, caratterizzata da infrastrutture, servizi e da un livello di benessere piuttosto elevato;
• L’ America latina è caratterizzata da tecnologie e infrastrutture insufficienti. Sono molte le popolazioni che non riescono a soddisfare le necessità primarie, quali l’ alimentazione, la salute e l’ educazione.
Il continente americano ha consistenti risorse energetiche, grandi ricchezze del sottosuolo e ingenti quantità di materie prime.
Canada e Stati Uniti sono i più industrializzati del mondo e sono grandi produttori di energia; l’ America latina pur essendo ricca di risorse, non è in grado di sfruttarle per mancanza di infrastrutture, ostacolando fortemente lo sviluppo di molti paesi.

Hai bisogno di aiuto in Geografia per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità