Ominide 4863 punti

Il campo elettrico è una parte di spazio in cui si instaurano delle forze a causa della presenza di una carica elettrica: una carica elettrica modifica le proprietà dello spazio in cui essa si trova e una seconda carica si muove in base alle caratteristiche dello spazio modificate dalla presenza della prima carica. Da ciò si evince che due forze si attraggono o si respingono per adattarsi alle caratteristiche dello spazio in cui si trovano.
La forza che si esercita tra due cariche elettriche è una forza a distanza, che ha un certo effetto anche a grandi distanze o se tra le due cariche c’è uno spazio vuoto di materia.
Per chiarire meglio il concetto di campo elettrico, possiamo considerare l’esempio di un telo elastico: una sfera appoggiata sul telo, ne cambia la forma; una seconda sfera si muove verso la prima adattandosi alla forma del telo.
Per poter misurare il campo elettrico è necessario utilizzare una carica di prova (una carica ideale che ha la dimensione di un punto, in modo tale che non modifichi le proprietà del sistema che stiamo analizzando).

Attraverso la carica di prova, conosciamo la forza, la quale, dipende da: le cariche che generano il campo, la distanza dal punto in cui si trova la carica di prova e il suo valore.

Pertanto, il campo elettrico è una grandezza vettoriale definito dal rapporto il rapporto E ⃗=F ⃗/q tra la forza che agisce sulla carica di prova e la carica di prova stessa e dalla formula si evince che il campo elettrico è direttamente proporzionale alla forza.

Hai bisogno di aiuto in Elettricità  e magnetismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email