Habilis 863 punti

Discorso sulla disuguaglianza

L’uomo è infelice anche se vive in un mondo civile e il motivo è la disuguaglianza - Da cosa è nata? Come abolirla?
Riflettiamo sull’uomo e su cos’è lo stato di natura.

Stato di natura - mito del “buon selvaggio”, che è un’ipotesi mentale, un’idea di come l’uomo avrebbe potuto essere senza essere corrotto dalla società (non è l’uomo primitivo).
- È un’ipotesi perché non si può ricreare questo stato di natura.
- Diritto alla vita e alla libertà: sono naturali, non riconosciuti dalla ragione ma dal sentimento - l’uomo non corrotto può provare ripugnanza istintiva davanti alle sofferenze di una creatura simile e lui. Si parla quindi di solidarietà sociale, dietro la quale c’è l’influenza di Cesare Beccaria (non riconosce la tortura), non la compassione del cristianesimo.

- Desiderio di perfettibilità - voglia di migliorarsi
- Gli uomini si mettono insieme e quando uno comincia a recintare, nasce la disuguaglianza (le scienze, le arti, la proprietà privata e la magistratura portano sulla strada della decadenza)

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017