Dhy1 di Dhy1
Ominide 116 punti

Vita

Comte nasce a Montpellier. Soffre di una malattia mentale che lo porta anche a trascorrere del tempo in manicomio ma che riesce a contrastare con la sua scientifica organizzazione mentale. Tenta di entrare senza successo all’ Ecole Polytechnique dove insegavano e si formavano i più importanti studiosi francesi.
La Francia del suo periodo è una Francia di restaurazione e reazionaria. E’ in atto la rivoluzione industriale ma al potere c’è la borghesia non da industriali ma da banchieri. Il positivismo è la filosofia della borghesia come lo era stato l’illuminismo, ma adesso la borghesia non era più classe in ascesa, ma al potere. Adesso il pensiero borghese deve essere un’ideologia conservatrice.
l’illuminismo, con Kant, doveva dare un fondamento alla scienza con una giustificazione prettamente filosofica. Adesso il rapporto era invertito perché la scienza era autonoma e non aveva più bisogno della giustificazione della filosofia. La filosofia ha quindi bisogno di un’altra funzione: coordina i risultati di tutte le scienze, che erano separate settorialmente, e le conferisce una struttura. Viene tolta dalla base e viene messa in alto. Il Positivismo era influenzato dall’Hegelismo e la sua funzione era conservatrice mentre l’Illuminismo aveva portato alla rivoluzione.

Gli Stadi

Vuole estendere il metodo scientifico allo studio di tutte le discipline, compreso lo studio dell’uomo e dei suoi rapporti all’interno della società. Facendo questo saremmo usciti da un’epoca critica, cioè un’epoca di crisi in cui non tutte le discipline erano arrivate allo stesso stadio e saremmo arrivati ad un epoca organica, cioè una di equilibrio in cui invece lo erano. Comte prende in prestito questa terminologia da Saint-Simon.
Comte introduce quindi la legge dei tre stadi con cui spiega il divenire della scienza, della società e della vita personale e la successione da stadi meno evoluti a stadi più evoluti. Si tratta di epoche organiche, n cui le visioni del mondo erano omogenee. Sono immutabili nel primo e nel terzo stadio, mentre il secondo può essere presente o meno.
• Stadio religioso o teologico: ci si interroga sulle cause prime e ultime del mondo e si trova come risposte Dio o comunque agenti sovrannaturali. Corrisponde all’infanzia nella vita dell’uomo (in fatti Comte definisce il bambino ‘teologo’) e nella storia alla monarchia medievale, teocratica.
• Stadio metafisico o astratto: Ci si pone le stesse domande ma le risposte son metafisiche (essenza, forma, res) Corrisponde alla sovranità popolare che si è tentato in vano di affermare durante la rivoluzione francese, è astratta così come la metafisica e nella vita dell’uomo alla giovinezza, età in cui si lotta per dei valori astratti.
• Stadio positivo o scientifico: Non ci interroghiamo più sulle cause prime e ultime ma studiamo le leggi che regolano il mondo e i fenomeni che esse regolano. Corrisponde alla società industriale avanzata nella storia o all’età adulta, concreti e realisti.
All’epoca di Comte non tutte le discipline erano allo stadio positivo e quindi si trovava in un periodo di anarchia intellettuale.

Le discipline

Comte mira ad accelerare il passaggio della sociologia allo stadio positivo, perché così si potrà entrare in un’era organica. Fa un’enciclopedia delle scienze come avevano fatto Galileo, Cartesio e Bacone.
Si è sviluppata una fisica celeste (astronomia), una fisica terrestre (fisica e chimica), una fisica organica (mondo vegetale e mondo animale) ma manca una fisica sociale, cioè che studi la società e i rapporti tra gli uomini all’interno di essa.
Classifica le scienze in base al loro oggetto e alla loro crescente complessità, e in modo cronologico per chi ha raggiunto per primo lo stato positivo ( sono equivalenti perché un argomento più difficile implica più tempo per arrivare allo stadio positivo)
o Astronomia (l’oggetto è il più generale possibile)
o Fisica
o Chimica
o Biologia (che studia sia gli individui che le specie)
o Sociologia
Considera solo le discipline teoretiche e non quelle pratiche o applicate.
La lista non comprende nemmeno la matematica perché è la scienza più elementare e alla base di tutte le altre scienze. Anche la logica è già compresa all’interno delle altre discipline perché studia il metodo con cui ogni scienza studia il suo oggetto. La psicologia invece non è scienza perché il metodo scientifico presuppone l’osservazione dell’oggetto che deve essere altro rispetto al soggetto che osserva, perché tale osservazione deve essere oggettiva, e quindi il nostro intelletto non può studiare se stesso; alcuni aspetti potevano essere oggettivi: i processi neurofisiologici sono già studiati dalla biologia e i rapporti e il comportamento rientrano nella sociologia.

Sociologia e religione

La sociologia studia la statica e la dinamica sociale. La statica sociale tratta dell’odine della società, le relazione tra le parti che la compongono e tra un scienza e il rispettivo stadio della società. La dinamica si basa sul fatto che la società e le scienze si evolvono quindi non si basa sull’ordine ma sul progresso che non è indefinito e infinito ma avanza fino al raggiungimento dello stadio positivo.

Teorizza che alla teologia succeda la sociocrazia e una società che si fonda sulla sociologia.
Fonda poi la “religione dell’umanità”, di cui si proclama pontefice. Il termine Umanità è da intendersi come l’insieme di tutti gli uomini di tutti i tempi e rappresenta la massima divinità. Altre divinità minori sono la terra, ‘il grande feticcio’ e lo spazio ‘il grande mezzo’. Crea in oltre un nuovo calendario e un nuovo segno della croce. La creazione di una religione basata sulla scienza non è nuova ma è già accaduto con l’illuminismo, perché entrambe esaltavano esageratamente le possibilità della scienza.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email