Ominide 2993 punti

In Hegel ha significato negativo perché l’idea esce fuori di sé, ma positivo perché ritorna a sé come spirito arricchito delle cose precedenti.
In Feuerbach ha significato negativo perché l’uomo pone fuori di sé le sue qualità. La sinistra hegeliana riprende 2 temi quello politico e quello religioso(ripreso da Feuerbach). La sinistra riprende la dialettica, che era legge del reale.
Per Marx come dice Hegel, la storia è fatta di momenti che si contraddicono, e queste contraddizioni vanno risolte. Per Hegel i conflitti che avvengono nella società civile si risolvono nello stato, precisamente il processo si è concluso nello stato prussiano, per Marx questo processo è ancora in atto.
Per Marx lo stato non è il compimento della società. Lo stato liberale è qualcosa che sancisce il dominio di una classe, cioè giustifica dal punto di vista ideale l’egemonia di quella classe che in quel momento ha il potere.

Lo stato liberale è quello della borghesia che ha assunto questo potere e vuole giustificarlo.
Secondo Marx nell'età moderna è venuta a crearsi una frattura irrisolvibile tra la società civile e lo stato: l'individuo è indipendente ma l'interesse di ognuno è in contrasto con quello degli altri. Ne deriva una scissione tra l'uomo come essere politico e l'uomo privato: come per il cristianesimo tutti siamo uguali davanti a dio, tutti siamo diversi sulla terra. È critico nei confronti della rivoluzione francese che nasce come rivoluzione dei nobili, ma è una rivoluzione dei borghesi desiderosi di libertà.
Essa aveva sancito la libertà l’uguaglianza, ma in realtà dice Marx i cittadini sono uguali solo davanti allo stato, ancora non abbiamo raggiunto un uguaglianza sostanziale.
Essa si può raggiungere solo se non si elimina la proprietà privata dei mezzi di produzione (perché ci saranno sempre i proprietari della terra e altri che lavorano per loro). E’ necessaria l’emancipazione non solo politica, ma umana: l’uomo deve essere reso libero.. Questo compito spetta alla prassi.
Marx rimprovera agli Hegeliani, in particolare a Feuerbach di aver denunciato l’alienazione religiosa, senza aver portato questa critica sul terreno politico. Marx intraprende questo compito dopo essere venuto in contatto col socialismo francese di Proudhon. Incontrò anche Engels. Capì che alla base dell’alienazione religiosa c’è l’alienazione economica
Nei manoscritti economico filosofici, Marx descrive l’alienazione come il prodotto di un particolare processo storico. Non è naturale neppure che ci siano capitalisti proletari salari ecce cc.. questa situazione è il prodotto dello sviluppo della borghesia. Gli economisti e i filosofi borghesi mistificano la realtà sostenendo che ci sono sempre stati e ci debbano sempre essere padroni proletari e merci..
Il capitalista investe il denaro per comprare una merce speciale, ovvero il lavoro dell’operaio: anche il lavoro dell’operaio è una merce perché va sul mercato del lavoro e offre la sua forza lavoro. L’alienazione in Marx ha significato negativo perché l’individuo è alienato rispetto al prodotto, producendo un oggetto che non gli appartiene. Quindi è alienato rispetto al proprietario della fabbrica che lo considera un oggetto e perde anche la dimensione umana, perciò si parla di autoalienazione.
La divisione del lavoro va ad accrescere l’alienazione perché il lavoratore rimane legato ad un unico pezzo del prodotto.
Le macchine assumono un ruolo sempre più importante fino ad arrivare a sostituire gli operai, che si aggiungeranno alla massa di disoccupati disponibile a farsi sfruttare pur di sopravvivere. Solo grazie al comunismo l’uomo potrà riappropriarsi di sé stesso, della sua essenza. Esso nel linguaggio hegeliano rappresenta la “negazione della negazione”. Così la dialettica di Hegel non sarà più la legge del divenire dello spirito, perché non esiste una ragione che governa la storia e il mondo. Il comunismo può realizzarsi solo cambiando la politica e l’economia, perché solo le idee non bastano. E’ necessario eliminare il fondamento materiale dell’alienazione: la proprietà’ privata.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email