Stoicismo

Prende il nome dalla scuola fondata intono al 300 a.C. da Zenone di Cizio (335-264) ad Atene; il termine nasce da stoà poikile, che significa portico dipinto (scuola del portico, gli stoici sono quelli che filosofano nel portico). Lo stoicismo è molto influenzato da un’altra scuola, quella del cinismo, infatti Zenone era stato allievo dei cinici, che costituivano una scuola socratica minore.
(cinismo, il termine nasce da Diogene il Cinico o kunos, il cane, perché viveva come un vane randagio, dormiva in una botte e si cibava di ciò che riusciva a procacciarsi da solo, egli infatti credeva nell’autarchia – bastare a se stesso; ogni giorno girava con la lanterna in modo provocatorio sostenendo di cercare l’uomo; rifiutava la cultura ed i bisogni indotti dalla società).
La fisica, cioè la natura, è costituita da un ordine perfetto, immutabile ed eterno. Il principio attivo è: ragione (logos), Dio, pneuma (soffio vitale), ragione sentimentale, destino e provvidenza; il principio passivo è materia. Inoltre lo stoicismo crede nel panteismo (tutto è divino), materialismo (come Democrito ed Epicuro, tutto è corpo; il materialismo stoico tiene conto anche del “sofista” di Platone, solo il corpo agisce o patisce l’azione) e ilozoismo (materia vivente).

C’è un ciclo secondo il quale si devono realizzare tutte le varianti.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email