Sapiens Sapiens 13859 punti

Dati statistici: rappresentazione grafica

In economia i dati statistici hanno un importanza rilevante per esaminare il problema e prendere decisioni di conseguenza. Essi hanno diversi vantaggi: una facile lettura,, una descrizione di un fenomeno in forma visiva, possibilità di esaminare un fenomeno in modo globale e di metterne in evidenza le variazioni nel tempo o nello spazio. I grafici utilizzati per rappresentare in modo efficace i fenomeni statici. possono essere:
i diagrammi cartesiani
• gi istogrammi
• gli ortogrammi, chiamati anche diagrammi a canne d’organo
• i diagrammi a settori circolari
• i cartogrammi
• gli ideogrammi

I diagrammi cartesiani vengono usati per rappresentare le serie storiche o temporali. Sull’asse delle ascisse vengono riportati i valori della variabile indipendente, mentre su quella delle ordinate vengono riportati i valori della variabile dipendente. Esempio: vogliamo rappresentare graficamente il costo del petrolio nel mese di febbraio 2018. Pertanto, sull’asse delle ascisse i riportano i giorni del mese (1, 2, 3, 4, 5….), mentre sull’asse delle ordinate si riporterà il costo per barile in dollari (es.€18,50, €19,00, €20,00, €21,00….).I punti corrispondenti alle coppie dei valori si collegano con una linea spezzata che evidenzia le variazioni del fenomeno nel tempo.
Gli istogrammi sono dei parallelepipedi i cui volumi sono proporzionali alle frequenze. Vengono usati soprattutto per rappresentare seriazioni in cui i dati vengono rappresentati per classe. La seriazione è una successione numerica in cui ciascun esprime il numero degli individui che presentano una determinata caratteristica di un fenomeno collettivo (esempio autovetture per cilindrata rapportata al n° di autovetture.
Gli ortogrammi sono parallelepipedi di base uguale ma di altezza proporzionale all’intensità del fenomeno considerato. Esempio: % di popolazione che pratica un sport in funzione degli anni (2000, 2005, 2010, 2015) rapportata alle fasce d’étà (15 anni, 20 anni, 25 anni, 30 anni)
I diagrammi a settori o a torta. Vengono utilizzati quando la frequenza di un fenomeno viene espressa in percentuale.

I cartogrammi si realizzano riportando su di una carta geografica, mediante simboli o colori, più o meno accesi l’intensità del fenomeno
Gli ideogrammi consistono nella rappresentazione di figure più o meno grandi o più o meno frequenti a seconda dell’intensità del fenomeno. Sono meno precisi rispetto alle altre rappresentazioni grafiche, tuttavia essi hanno un impatto visivo migliore
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email