Video appunto: Tendenza restrittiva della pubblica amministrazione

Tendenza restrittiva della pubblica amministrazione



A volte si avverte l’esigenza opposta, cioè di circoscrivere l’ambito di applicazione del concetto di p.a.
• A livello europeo vige il principio della libera circolazione dei lavoratori che consente ai cittadini di ogni stato membro di spostarsi in un altro stato per lavorare o cercare lavoro.
In generale secondo tale principio nessuno stato membro può riservare determinati impieghi ai propri cittadini, a meno che non si tratti di impieghi con la p.a.
• A livello nazionale la tendenza restrittiva della p.a. avviene spesso a tutela della potestà legislativa delle regioni: le leggi statali spesso escludono determinati soggetti (come le amministrazioni regionali) dal proprio ambito di applicazione semplicemente perché lo Stato non ha il potere di disciplinarli e se lo facesse violerebbe la costituzione che riserva determinate materie alle leggi regionali.

Il sistema amministrativo italiano può essere visto come un sistema solare con al centro amministrazione centrale dello Stato (oltre al centro vi è la periferia, affollata di singole amministrazioni, alcune più vicine al centro come gli enti pubblici nazionali e le autorità indipendenti, altre più lontane come le università). Tale sistema solare è inserito a sua volta in un sistema più ampio che è quello dell’UE, a sua volta inserito in uno spazio giuridico globale, che non è rappresentato da un unico governo, un’unica amministrazione del mondo, ma da tanti regimi che creano regole la cui attuazione è lasciata alle amministrazioni degli Stati.