Video appunto: Stato apparato

Stato apparato



lo Stato-apparato o, secondo un'altra espressione, lo Stato-persona, è un’espressione che vale a personificare la sovranità: lo Stato si presenta, esso stesso, come un soggetto, come un soggetto astratto (un ente o persona giuridica), che per mezzo dei suoi apparati (che sono gli organi dello Stato) esercita la sovranità sugli altri soggetti.

Lo Stato è la moderna forma di organizzazione politica della società, secondo un modello che si è delineato fra il sedicesimo e il diciassettesimo secolo in Gran Bretagna, in Francia, in Spagna per poi gradualmente estendersi ovunque, fino a diventare il modello pressoché universale.

Ne furono artefici le monarchie assolute che, nell'epoca predetta, fondarono i primi Stati nazionali sovrani; le profonde trasformazioni successive, come la soppressione dell'assolutismo e la costruzione dello Stato costituzionale e parlamentare, si presentano come trasformazioni interne a quell'originario modello di organizzazione politica, del quale conservano inalterati i fondamentali caratteri: l'unità e la concentrazione del potere sovrano.
Tutto il potere è nello Stato; qualsiasi altra concorrente autorità, soprastatuale o infrastatuale, è in linea di principio disconosciuta (o è riconosciuta solo per indipendente e sempre revocabile accettazione dello Stato).
Si descrive, solitamente, la forma di organizzazione politica cui si dà il nome di Stato scomponendola in tre elementi costitutivi: un territorio, un popolo, un potere sovrano.